Ceglie messapica: tenta di disfarsi di 15 dosi di cocaina alla vista dei Carabinieri. Nei guai 24enne

In Ceglie Messapica i Carabinieri della Stazione nell’ambito di un servizio teso ad infrenare lo spaccio di stupefacente soprattutto tra le fasce più giovani della popolazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione al fine di spaccio di stupefacente GIOIA Tommaso 24enne del luogo. I militari nel transitare, a bordo dell’autovettura di servizio, in Piazza Plebiscito, hanno notato nelle adiacenze del bar 51, l’arrestato colloquiare con altri soggetti.

Alla vista dei militari il solo Gioia ha tentato di sfilarsi dal gruppo avviandosi a piedi in direzione opposta a quella dei militari, aumentando sempre più il passo per poi rifugiarsi all’interno di altro bar distante circa quaranta metri dal primo. Avendo fondato motivo di ritenere che potesse detenere o occultare qualcosa di illecito, lo si invitato preliminarmente a consegnare spontaneamente eventuale sostanza stupefacente detenuta.

Nella circostanza è stato setacciato un bidone di immondizie vicino al bancone bar, all’interno del quale i Carabinieri hanno controllato nell’immediatezza il contenuto, rinvenendo, tra i pochi oggetti presenti, un frammento di busta di colore blu con all’interno 15 dosi(cipolline), risultate in seguito, a seguito di analisi, cocaina. La perquisizione personale ha permesso di rinvenire la somma contante di 95,00 euro suddivisa in banconote di vario taglio, ed un telefono cellulare.

Al fine di avere la certezza che lo stupefacente rinvenuto fosse riconducibile al Gioia, si sono acquisite le immagini del circuito di videosorveglianza interno del locale, che hanno immortalato l’arrestato che entra frettolosamente nel bar e getta quanto rinvenuto, nel contenitore dell’immondizia.

L’arrestato espletate le formalità è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI BRINDISI