Brindisi: il maltempo ferma il “Tuffo di Capodanno 2019”

Un gruppo di partecipanti al tuffo di capodanno

Nonostante la giornata di sole, le condizioni del mare, agitato da forte vento di burrasca non hanno permesso il regolare svolgimento della decima edizione del “TUFFO DI CAPODANNO”, inteso come la parte che prevede la vera e propria entrata nelle acque con salto dagli scogli de La Conca, in Località Sciaia a Brindisi, al termine del count down scandito come ogni anno dagli spettatori presenti insieme agli stessi tuffatori e al presentatore Nico Lorusso. Tuttavia il palcoscenico naturale della Litoranea Nord del Capoluogo Adriatico che da dieci anni consecutivi ospita la “goliardata tutto cuore” è stato preso d’assalto e letteralmente gremito.

L’evento, marchio di fabbrica dell’Associazione Culturale-Ricreativa Amici della Concadel Presidente Gino Crastolla, organizzato in collaborazione con “Summer Time – Animazione & Spettacolo” ed inserito nel Cartellone Comunale degli eventi natalizi 2018 “Luci di Brindisi”, che ha dimostrato ancora una volta di essere un passaggio immancabile della tradizione brindisina è stato rinviato a domenica 6 gennaio alle ore 11. Rinviata contestualmente anche la diretta tv in esclusiva per il Digitale Terrestre sull’emittente Canale 85 prevista per questa mattina.

Nella mattinata di oggi, 1° gennaio 2019, il protocollo organizzativo ha comunque rispettato il consolidamento delGemellaggio Moralecon uno striscione di saluto agli amici del Tuffo di Capodanno – Città di Viareggio, organizzato in toscana dalla Asd Escape Tuscany Triathlon, ideatrice della cuffia “Hai Freddo?…STAY HOME”, che il presidente Aldo Angeli ha gentilmente inviato a Brindisi ed oggi era in testa ad uno degli organizzatori del Tuffo di Capodanno del capoluogo. È stata poi la volta del momento religioso della benedizione delle acque avvenuto ad opera di Don Maurizio Caliandro, parroco della nuova chiesa Maria Regina degli Apostoli e, in rappresentanza dei tuffatori iscritti, Pierpaola Fedele, assidua frequentatrice del più atteso appuntamento brindisino del primo giorno dell’anno, ha temerariamente sfidato in costume da bagno, le onde che si infrangevano sulla Conca indossando la maglietta ufficiale dell’evento. In seguito per tutti i presenti “Brindisi” finale come augurio per il nuovo anno.

Alla vigilia, le iscrizioni raccolte presso lo stand allestito nella Galleria del Centro Commerciale Le Colonne” di Brindisi, partner dell’organizzazione, si erano fermate a quota 171 (28 donne e 18 minori dai 5 ai 12 anni) e ci sarebbero state tutte le condizioni per abbattere il record del 2018 di 180 tuffatori con i consueti iscritti della mattinata di Capodanno che solitamente su aggirano intorno alle 30 persone. Per informazioni sull’iniziativa e sulle modalità di partecipazione è possibile tuttavia contattare i numeri 338/22.48.844 – 368/34.29.475, le iscrizioni risultano comunque aperte fino alle ore 10 della data indicata.

Gli organizzatori sono comunque soddisfatti per il risultato ottenuto con la raccolta di fondi con importanti donazioni ricevute anche da parte di semplici simpatizzanti non tuffatori, cittadini generosi, negozianti e aziende aderenti alla causa per l’obiettivo solidale di questa edizione: il progetto Adotta un talassemico”, per sostenere coloro che sono affetti da Anemia Mediterranea e contribuire a garantirne una vita migliore e dignitosa.

Il raduno annuale degli appassionati dei bagni fuori stagione ha ormai inserito di diritto Brindisi nell’elenco delle città mondiali che festeggiano in maniera eccentrica il primo giorno dell’anno nuovo, una tra le poche a prevedere in ogni edizione la raccolta di fondi da devolvere totalmente in beneficienza. Ogni anno adulti, over, ma anche giovanissimi regolarmente autorizzati dai genitori, si danno appuntamento per accogliere il nuovo anno con il primo tuffo in mare. Una maniera alternativa di festeggiare il capodanno, aperta alla partecipazione di tutta la cittadinanza e spettacolo unico ed imperdibile per quanti vi assistono come spettatori.

Commenta per primo

Lascia un commento