Tennis: superFlavia vince l’US Open 2015. E’ festa a Brindisi


flaviatelebrindisi

Flavia regina di Flushing Meadows. Con il risultato di 7-6 (7-4) 6-2 la Pennetta regola la connazionale e corregionale Roberta Vinci in 1h28min di gioco e si aggiudica, in un tripudio brindisino che unisce a migliaia di chilometri, la città natale della tennista azzurra e la New York degli Us Open, l'appuntamento del Grande Slam.
L'abbraccio di Brindisi arriva direttamente dalla piazza antistante il Nuovo Teatro Verdi, dove l'Amministrazione Comunale ha predisposto il posizionamento di un maxischermo per assistere alla finale americana in diretta. Una vittoria, quella di Flavia, vissuta nel campo centrale del centro tennistico newyorkese sotto gli occhi del premier Renzi, che ha rinunciato a presiedere alla inaugurazione della Fiera del Levante per essere presente in tribuna a nella Grande Mela ad applaudire le tenniste azzurre, -che fa il paio con la gioia vissuta già ieri, venerdì 11 settembre, data particolare e rappresentativa per gli americani diventata paradossalmente storica per l'intero stivale già al termine delle semifinali.
Storica perchè mai, in passato, l’Italia si era giocata tutta una finale dello Slam, con l'accesso all'ultimo atto dell'appuntamento a stelle e strisce, strappato con unghie e denti dalla Vinci alla numero 1 del mondo Serena Williams, preceduta dai 59 minuti di fuoco che ci sono voluti alla Pennetta per sbarazzarsi della quarta semifinalista la romena Halep. Una finale tutta azzurra quindi con il tricolore che sventola orgoglioso e proietta la Puglia tennistica al femminile in vetta davanti agli occhi di tutto il mondo sportivo.
Un anno straordinario per la regione del tacco che oltre ad essere stata definita la più bella del mondo, pare aver portato bene anche al tennis italiano. Vivo è ancora nei nostri occhi il ricordo della Fed Cup, tornata proprio lo scorso aprile a Brindisi quando, nel circolo Tennis dove Flavia ha mosso i primi passi insieme a papà Oronzo, proprio contro gli Stati Uniti le azzurre si sono aggiudicate 3-2 la permanenza nel gruppo A della Coppa Davis femminile, quello per intenderci.
Ma veniamo alla gara. Primo set tutto sommato equilibrato con un solo break conquistato per parte. Si va al tie break con la brindisina più lucida che si impone 7-4.
La Vinci prova a reagire ad inizio secondo set si aggiudica due game, ma poi con sei giochi consecutivi la Pennetta si aggiudica set e partita.
Al termine della partita, durante le interviste post-gara Flavia fa un annuncio importante: "Prima di iniziare questo torneo - ha detto la Pennetta - un mese fa, ho preso una decisione molto importante nella mia vita. Questo è il modo in cui voglio dire addio al tennis. Sono davvero felice. E quindi questo è stato il mio ultimo match agli Us Open e non riuscivo a pensare ad un modo migliore per finire". La notizia ha ovviamente gelato il sangue a più di qualcuno. La tennista brindisina ha poi aggiunto: "Giocherò fino alla fine dell'anno, ma ripeto, ogni atleta sognerebbe di finire in questo modo"
Al Circolo Tennis di Via Ciciriello a Brindisi, dove la gara è stata seguita in diretta da chi, Flavia, l'ha vista crescere fisicamente e sportivamente, papà Oronzo dichiara di essere al settimo cielo per il risultato, ma allo stesso tempo spiazzato da quanto dichiarato da Flavia circa il suo ritiro: "Penso non abbia ragionato bene perchè ora è il numero 8 al mondo” ha dichiarato il padre della Pennetta ai giornalisti. Cade dalle nuvole anche mamma Conchita anche se in parte sapeva già qualcosa di questa decisione.
A New York può iniziare la premiazione, ma in Puglia e soprattutto a Brindisi inizia la festa.

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas