Cellino San Marco: da poco uscito dal carcere tenta di estorcere danaro a commercianti

1.916 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 10 gennaio Print

Cellino San Marco: da poco uscito dal carcere tenta di estorcere danaro a commercianti

È stato tratto in arresto oggi dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi, MAZZOTTA Cosimo classe 1963, pluripregiudicato, già elemento di spicco della SCU.

I militari hanno operato in esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi,  a seguito di una delicata attività d’indagine da cui sono emersi gravi indizi di colpevolezza a carico del pregiudicato in ordine ai reati di tentata estorsione e violazione delle prescrizioni che impone il provvedimento della Sorveglianza Speciale di PS. 

Alla luce della ricostruzione dei fatti sopra delineata, l’A.G. competente emetteva l’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti del MAZZOTTA Cosimo il quale, immediatamente dopo un lungo periodo di detenzione, durato circa 18 anni per associazione di tipo mafioso, estorsione e tentato omicidio, sottoposto alla sorveglianza speciale, cercava di procurarsi i mezzi di sostentamento minacciando diversi imprenditori del luogo.

Nella circostanza, il MAZZOTTA, nel decorso mese di settembre, dopo aver avvicinato un imprenditore, che avrebbe dovuto eseguire dei lavori presso un’azienda del luogo, chiedeva, in cambio della consegna di fatture false, somme non meglio quantificate di denaro, minacciandolo, implicitamente, che qualora non avesse aderito alla sua richiesta, avrebbe posto in essere ritorsioni. 

Dal suo ritorno in libertà sono inoltre avvenuti vari danneggiamenti in pregiudizio di imprenditori locali.

Il MAZZOTTA faceva leva sulla sua nota personalità prepotente ed intimidatrice, che deriva dai suoi precedenti per associazione a delinquere di tipo mafioso.

Nel corso delle attività odierne sono state effettuate altresì diverse perquisizioni nelle quali è stata rinvenuta varia documentazione che è ora al vaglio dei carabinieri per verificarne l’utilità ai fini del prosieguo delle indagini ed all’accertamento di ulteriori eventuali responsabilità.

 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas