BRINDISI: POLITECNICO DI MILANO IN VISITA AL CENTRO DI RICERCA ENEL E ALLA CENTRALE FEDERICO II

750 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 23 maggio Print

BRINDISI: POLITECNICO DI MILANO IN VISITA AL CENTRO DI RICERCA ENEL E ALLA CENTRALE FEDERICO II

 

il gruppo di ricerca G.A.S.P. (Group on Advanced Separation Processes) del dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta” del Politecnico di Milano coordinato dalla professoressa Laura Annamaria Pellegrini ha visitato il centro di ricerca Enel di Brindisi. Il Centro di Ricerca Enel occupa 40 persone tra ricercatori e tecnici e si avvale di un avanzato laboratorio chimico-fisico per analisi sui materiali e su matrici ambientali solide, liquide e gassose.

Durante la visita, il responsabile del centro Matteo Toschi, ha approfondito con gli ospiti i progetti e le metodologie di lavoro in essere presso la struttura con focus particolare sulle tematiche ambientali che riguardano, oltre al riciclo ed alla valorizzazione dei residui termoelettrici, le tecnologie di cattura e sequestro della CO2, la caratterizzazione e modellazione del particolato atmosferico, i vantaggi ambientali derivanti dalla mobilità elettrica, la previsione di producibilità elettrica degli impianti eolici e da fonti e rinnovabili.

“La chimica è alla base di molti dei nostri processi ambientali e la collaborazione con il mondo universitario è molto sentita su questo territorio. Condividere le ricerche e le buone pratiche di Enel a Brindisi con esperti del settore è stato utile ed interessante – ha dichiarato Toschi – Ci ha consentito di verificare sul campo, anche grazie alla centrale, l’applicazione delle ricerche al funzionamento dell’impianto nel rispetto dell’ambiente”.

La giornata, infatti, è stata dedicata anche a una visita alla vicina centrale Enel “Federico II che ospita il primo impianto sperimentale su scala industriale per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica in Europa.

“Si tratta di una grande opportunità – ha commentato la professoressa Pellegrini – Ringrazio Enel di aver offerto al nostro gruppo di lavoro, particolarmente impegnato sulla cattura della CO2, la possibilità di visitare e vedere dal vivo un impianto sperimentale di queste dimensioni.”
I ricercatori del Politecnico di Milano hanno, inoltre, visitato i gruppi di produzione della centrale e i sistemi ambientali quali i desolforatori, i denitrificatori, le tecnologie per l’abbattimento delle polveri, i nuovi scaricatori del carbone dalle navi e il nastro trasportatore coperto, il cantiere per la realizzazione del carbonile coperto, il cristallizzatore per il recupero integrale di tutte le acque del ciclo produttivo, il riutilizzo industriale dei reflui (ceneri, gessi, fanghi, ecc.).

 

 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas