Ostuni: domani a Roma la sottoscrizione del protocollo “Orti urbani”

280 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 9 maggio Print

Domani venerdì 10 maggio alle 12 presso la sede nazionale dell’Anci a Roma, il Sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella sottoscriverà il rinnovato protocollo d’intesa per la promozione del progetto nazionale “Orti Urbani”.
Il Comune di Ostuni è tra i 14 Comuni in Italia, l’unico in Puglia, ad essere selezionato da Italia Nostra onlus per la sottoscrizione di un progetto che prende le mosse da quello del 2008 e si rivolge a tutti coloro che, enti pubblici o privati, possedendo delle aree verdi le vogliano destinare a coltivazione, nel rispetto delle vocazioni e della memoria storica dei luoghi.
In particolare il Comune di Ostuni ha avviato un progetto di recupero e riqualificazione degli Orti posizionati a valle delle mura del centro storico che ha ottenuto anche un finanzamento di un milione di euro dalla Regione Puglia nell’ambito del PO – FESR 2007-2013. I lavori sono stati già appaltati e dovrebbero partire subito dopo la stagione estiva.
Il progetto prevede l’acquisizione della fascia di orti strettamente addossata al centro storico di Ostuni e la ricostruzione dei terrazzamenti, utilizzando materiali e tecniche propri della tradizione locale. Inoltre si provvederà al ripristino degli antichi fabbricati rurali, cisterne, acquari e canalizzazioni. Gli orti terrazzati che una volta erano dei floridi giardini di produzione di ortaggi, verdure ed insalate saranno destinati per una parte a verde pubblico gestiti dalla pubblica amministrazione mentre un’altra parte saranno destinati ad attività didattico-culturali ed al recupero dell’attività orticola, attraverso forme di gestione che vedranno il diretto coinvolgimento della comunità locale, delle associazioni e delle scuole.
“Un progetto strategico – ha sottolineato con grande soddisfazione il sindaco Domenico Tanzarella – che stiamo portando avanti per il recupero degli orti nell’ambito della rigenerazione urbana e siamo impegnati a portare avanti quest’idea che prevede il recupero e la riqualificazione degli orti periurbani nella fascia immediatamente sottostante viale Oronzo Quaranta”.
Per il progetto “Orti Urbani”, infatti, sono stati selezionati i Comuni di Roma, Perugia, Torino, Genova, Savona, Padova, Ostuni, Favara, Foligno, Bevagna, Amelia, Trevi, Marsciano, Sant’Anatolia di Narco e quanto prima sarà portato all’attenzione della Conferenza Stato-Città e Autonomie locali.
Alla conferenza stampa interverranno Veronica Nicotra, Segretario Generale ANCI, Marco Parini, Presidente Italia Nostra onlus, Evaristo Petrocchi, Responsabile nazionale progetto Orti Urbani Italia Nostra onlus e Fabrizio Montepara, Presidente Res Tipica.
L’iniziativa, mentre permette di sottrarre aree verdi all’abusivismo edilizio e alla speculazione riducendo l’inquinamento ambientale, costituisce, con la creazione di orti e con la diffusione di agricoltura di qualità, un modo significativo per riqualificare sia spazi urbani che periurbani, migliorandone il decoro e l’estetica e valorizzando il paesaggio con attività agricole che determinano lo sviluppo di una economia etica a diretto vantaggio delle comunità locali.
ANCI e Italia Nostra all’interno del protocollo ribadiscono infatti i seguenti obiettivi comuni: considerare gli Orti come realtà sociale, urbanistica e storica di primo livello sottraendoli ad eventuali situazioni di marginalità e degrado; favorire la conoscenza e la diffusione della cultura degli Orti su tutto il territorio italiano; favorire lo sviluppo di progetti di qualità sugli Orti da parte di soggetti pubblici e privati anche eventualmente avvalendosi di indicazioni o sistematiche che potranno essere definiti concordemente dall’Anci e da Italia Nostra; valorizzare la qualità delle varie attività riconducibili agli Orti; dare a tali spazi valore preminente di luoghi “urbani” “verdi” di qualità contro il degrado, il consumo di territorio e per la tutela dell’ambiente; tutelare la memoria storica degli Orti favorendo la socialità e la partecipazione dei cittadini e la relativa possibilità di aggregazione; favorire il recupero della manualità nelle attività commesse agli Orti; favorire la scambio di esperienze e la collaborazione tra pubblico e privato.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas