Roma: PlayEnergy 2012 di Enel. La scuola Mantegna di Brindisi ottiene una menzione speciale per il progetto “La valigia dei ricordi”

975 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 8 maggio Print

Roma: PlayEnergy 2012 di Enel. La scuola Mantegna di Brindisi ottiene una menzione speciale per il progetto “La valigia dei ricordi”

Il Presidente di Enel Paolo Andrea Colombo e l’Amministratore delegato e Direttore generale Fulvio Conti hanno premiato oggi i vincitori della nona edizione del concorso PlayEnergy 2012. La giornata, presentata da Natasha Stefanenko, ha visto la presenza di Eros Ramazzotti, collegato in video da Budapest dove si svolge una tappa del suo tour europeo, a zero emissioni grazie alla collaborazione con Enel.

Con PlayEnergy, Enel rinnova il suo impegno verso i giovani e la scuola, promuovendo la diffusione della conoscenza e della coscienza energetica, coinvolgendo bambini e ragazzi nella scoperta del mondo dell’energia e della scienza. Gli studenti di Italia, Brasile, Cile, Costa Rica, Guatemala, Panama, Romania, Russia e Slovacchia sono stati chiamati a dimostrare capacità creative e progettuali partecipando al concorso Energia CreAttiva. Gli studenti si sono messi alla prova stimolando il pensiero creativo su nuove forme di energia e sull’utilizzo più intelligente di quelle già conosciute.

Anche quest’anno le scuole hanno aderito con entusiasmo al progetto: 465.000 studenti (più di 329.200 solo in Italia), oltre 9.840 istituti italiani ed esteri coinvolti; 2.520 progetti presentati al concorso.

L’evento finale di Roma rappresenta un’occasione di incontro e di scambio tra tutti i partecipanti a PlayEnergy: sono stati premiati infatti, oltre agli studenti italiani, i rappresentanti degli studenti stranieri che hanno aderito al progetto. Tra gli ospiti speciali, una delegazione degli studenti del Colegio El Valle di Madrid che hanno partecipato a Endesa Educa, il progetto educativo del circuito Play Energy che coinvolge le scuole spagnole con attività didattiche e visite agli impianti.

I VINCITORI ITALIANI

Per la scuola primaria ha vinto la classe 4aB dell’Istituto Nostra Signora di Pescara, seguita dall’insegnante Paola Di Marco con il progetto “Giraffe in città”. Al secondo posto si classifica la 4aU della Scuola Anna Frank di Adria (RO), che ha realizzato il progetto “La lavatrice del futuro”, coordinato dalla docente Roberta Siviero. Sul terzo gradino del podio la classe 3aC dell’insegnante Eluisa Germanà della scuola Thouar Gonzaga di Milano che ha presentato il progetto “Ricaricare il mondo”. La menzione speciale è stata assegnata dalla giuria a “La valigia dei ricordi” proposto dalla 5aC della Primaria Andrea Mantegna di Brindisi seguita dai docenti Angelo Zaffiro e Angelo Pascale. Il progetto vincitore è una sorta di scrigno che custodisce il passato, il presente e il futuro grazie alla storia della luce, dal ‘900 fino ad oggi. L’elaborato è la rappresentazione di una città realizzata con varie tecniche: argilla cotta, pittura, cartapesta. Nel rispetto della natura, utilizza le smart grids e si proietta verso un futuro ecosostenibile, incentivando l’uso della mobilità elettrica.

Per la scuola secondaria di primo grado si è aggiudicato il primo posto il progetto “L’energia cre-attiva è la strada del futuro” realizzato dalla 2aA della Scuola Giovanni Pascoli di Assemini (CA), coordinata dal professor Piero Collu. Seconda classificata la scuola G.Leva di Travedona Monate (VA) con le classi 2aA, 2aB, 2aC, 3aA, 3aB, 3aC dei docenti Bruno Molinario, Salvatore Musella e Carlo Vittigni con “Smart school, Smart grid”. Al terzo posto la 3aB delle insegnanti Donata Genovesi e Brunella Giussani della scuola M. Tommaseo Ferruccio Gilera di Arcore (MB) che ha presentato il progetto “E la luce fu: la luce di ieri, oggi e domani”. Inoltre per questa categoria è stata menzionata la classe 3aG della scuola secondaria di primo grado Luigi Settembrini di Roma, seguita dalla professoressa Erminia Capocchiani, che ha proposto il progetto intitolato “Io abiterò in centrale”.

La classe 3aF operatori termici dell’IIS Egisto Pieralisi di Jesi (AN) è stata dichiarata vincitrice per le scuole secondarie di secondo grado con il progetto “Casa Domotica” coordinato dal professore Giuliano Fattorini. Medaglia d’argento per l’IIS Filippo Juvara di Siracusa con “Progetti di edilizia monofamiliare” realizzato dalla classe 4aC della docente Laura Nucifora.

Il terzo posto va al progetto “Lido fotovoltaico” della classe 2aA elettrotecnica seguita dal professor Pietro De Nittis dell’ITI Giambattista Pentasuglia di Matera. I ragazzi della seconda A sono partiti dall’osservazione del proprio territorio per realizzare uno studio di fattibilità, approfondito e attento per il comune di Metaponto Lido. Hanno quindi realizzato un modello di pensiline fotovoltaiche con doppia funzione: di giorno parcheggio e di sera alimentazione per il mercatino. L’obiettivo ricercato è stato quello di salvaguardare l’ambiente, le auto e il diritto alla salute degli abitanti. Il progetto è stato corredato da planimetrie, studio tecnico e fac-simile del rapporto di convenzione tra Enel e Comune di Bernalda.

La Giuria ha ritenuto meritevole di menzione la classe 5a TIEN dell’IPSIA Galileo Ferraris di Iglesias (CI) che ha realizzato il lavoro intitolato “App 1802, il robot sminatore” grazie all’aiuto dei professori Franco Muceli e Corrado Lai.

I PREMI

Enel ricompensa l’impegno e la creatività degli studenti, dei docenti e delle scuole con premi “tecnologici”: lettori DVD portatili, videocamera Teknofun, e-book reader, biciclette elettriche, weekend in capitali europee, cuffie per ascoltare la musica, zaini firmati Enel. Inoltre, a testimonianza di un impegno costante verso il mondo della scuola, il primo istituto classificato a livello nazionale, per ciascuna delle 3 categorie, si aggiudicherà l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW (è previsto un finanziamento di 6.000 euro per le scuole che non avessero i requisiti tecnici necessari per l’installazione). Al secondo e terzo classificati andranno invece finanziamenti rispettivamente di 3.500 e 1.500 euro.

I VINCITORI DI ROMANIA, SLOVACCHIA, RUSSIA, CILE E SPAGNA

Presente all’evento anche una rappresentanza tra gli Stati che partecipano al concorso: per la Romania è stata premiata la classe 10A del Liceo Teoretico Lucian Blaga di Constaza che insieme alla docente Târţiu Mariana ha presentato il progetto “Alternative entertainment”, in Slovacchia invece il premio è andato alla classe 2aG dell’insegnante František Varga della Stredná priemyselná škola di Komárno grazie al lavoro “A hump, road decelerator”, per la Russia si è aggiudicata il primo posto la classe 6aA della School № 15 di Nievinnomyssk town con il progetto “The town on the river” dell’insegnante Akinshina Natalja Nikolajevna.

I vincitori del Cile sono i ragazzi della classe prima media del Liceo Vicente Pérez Rosales di Rio Bueno che, guidati dai docenti Jaime Hott e Victor Alberto Galáz si sono aggiudicati il primo posto grazie all’elaborato “Renewable energies for urban transport”, mentre per la Spagna la medaglia d’oro è andata al progetto “Casa intelligente e sostenibile” presentato dagli studenti della classe quarta del Colegio El Valle di Madrid.

 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas