Brindisi: al “Verdi”, Romeo e Giulietta danzata secondo Malandain

282 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 18 aprile Print

Sabato 20 aprile alle ore 20.30 l’atteso appuntamento con il Malandain Ballet Biarritz
Appuntamento con il romanticismo in chiave contemporanea nella stagione artistica del Teatro Verdi di Brindisi, terzo della stagione realizzato in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito delle azioni del PO FESR Asse IV «Internazionalizzazione della scena»: sabato 20 aprile, alle ore 20.30, andrà in scena il Malandain Biarritz Ballet con l’attesissimo Roméo et Juliette. Lo spettacolo narra, attraverso le impareggiabili coreografie di Thierry Malandain, una storia d’amore senza tempo scandita dalla travolgente sinfonia di Berlioz.

Messosi in luce come danzatore dell’Opéra di Parigi, del Ballet du Rhin e del Ballet Théâtre Français de Nancy, Malandain lega il suo nome alla compagnia di Biarritz con risultati di eccellenza, apprezzati dal pubblico ed elogiati dalla critica. Nel 2000 è nominato Cavaliere delle Arti e delle Lettere dal Ministro della Cultura francese Catherine Tasca.

Spesso artefice di produzioni realizzate in collaborazione con altre importanti istituzioni francesi, il Malandain Ballet Biarritz si è affermato per il grande interesse suscitato dal lavoro artistico svolto, tra tradizione e modernità. In Roméo et Juliette, Malandain coreografa la storia d’amore tra i due giovani con straordinarie intuizioni artistiche, proponendo uno specchio ideale che riflette una vicenda sapientemente inserita nella partitura classica di Hector Berlioz (composta nel 1839).

Nello spettacolo, in una scena minimalista che permette di orientare l’attenzione del pubblico sui contenuti sociali e filosofici, il coreografo francese si ispira molto a uno dei tanti tratti caratteristici della scrittura shakespeariana: la versatilità e reversibilità dei personaggi. Frate Lorenzo, che sposa i due giovani veronesi e li vuole aiutare, ne è anche in qualche modo l’artefice della morte. Apre e chiude il cerchio, rappresenta l’inizio e la fine, il filo narrante attraverso cui la vicenda si snoda.

Non ci sono mezze misure per questo Roméo et Juliette. Si parla di passione e di tragedia, si parla della potenza e delle insidie dell’amore totale, si parla di amicizia e di morte, si parla della forza delle emozioni che balzano fuori quando si apre il baule dell’inconscio e della memoria. Tra i protagonisti corrono incontri e scontri, al legame profondo e purissimo tra i due giovani si contrappone l’odio atavico tra le due famiglie d’origine, che lo spettatore segue nella scansione frammentata delle scene, sei quadri che si dipanano a ritroso a partire dalla “morte viva” dei due innamorati.

Interpreti e spettatori, nessuno escluso, cono coinvolti nel rito: per questo, a vestire i panni dei due personaggi non sono solo i primi ballerini ma i danzatori di tutte le nove coppie in scena. Quello che Thierry Malandain propone è uno spettacolo totale ed esasperato, in grado di reinventare, ricreare completamente la classica e amatissima tragedia d’amore, anche grazie alla scelta musicale.

«Roméo et Juliette – spiega lo stesso Malandain – è l’amore che trasforma, l’amore a cui tutti aspirano. Nelle vicende quotidiane di una compagnia di balletto, questo sogno può essere considerato come il desiderio che c’è in ogni danzatore d’interpretare uno dei protagonisti. Per questo motivo i due amanti di Shakespeare non saranno interpretati da una coppia, ma da più danzatori. Sempre riferendosi ad una compagnia di balletto, l’inimicizia tra Capuleti e Montecchi va letta in termini di rivalità che a volte si manifesta tra danzatori. Infine, in una sorta di clima post-atomico, contraddistinto dall’assenza di ideali, i personaggi eseguiranno una danza finale paradisiaca».

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas