Brindisi: topo d’appartamento suonava i campanelli prima di mettere a segno i colpi. Scoperto e bloccato

465 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 15 aprile Print

Brindisi: topo d’appartamento suonava i campanelli prima di mettere a segno i colpi. Scoperto e bloccato

Nella tarda mattinata odierna, un equipaggio dei Poliziotti di Quartiere della Sezione Volanti della Questura di Brindisi ha notato un uomo che, in questa via Pastrengo, suonava a svariati citofoni di abitazioni ma, a ricevuta risposta, si allontanava celermente ripetendo la stessa azione in altri condomini. Allarmati e supponendo trattarsi di un “topo d’appartamento”, lo hanno seguito fino a quando, vistosi scoperto, il malintenzionato si è infilato in un’auto dandosi alla fuga. Tentativo reso vano dai due agenti nel frattempo raggiunti da una coppia di Nibbio, i motociclisti delle Volanti, che hanno bloccato il veicolo e la persona. Perquisito, è stato trovato in possesso di un pugnale a serramanico ed uno spray urticante, celati nelle tasche dei pantaloni mentre, nel bagagliaio dell’autovettura, sono stati rinvenuti numerosi grimaldelli ed arnesi atti allo scasso. Il fermato, T.J. cittadino georgiano di 35 anni, era anche in possesso di falsi documenti lituani. Lo straniero, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà per possesso illecito di arma di genere proibito ed oggetto atto ad offendere, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, falsificazione di documenti e false attestazioni d’identità. Il malvivente, irregolare sul territorio nazionale, è stato inoltre immediatamente gravato da un provvedimento di allontanamento.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas