Basket, COPPA ITALIA A 3: la FUTURA é in finale

390 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 7 aprile Print

Brindisi supera in semifinale Sesto San Giovanni per 61-51, conducendo la gara con grande maestria e capacità di gestire il vantaggio. La Geas approccia il primo periodo sulla falsariga del quarto di finale con Moncalieri, ma le brindisine non si fanno trovare impreparate, e con Tagliamento ispirata e Diene sempre insidiosa dal pitturato, cominciano a condurre la gara sul 9-7, passando in svantaggio solo una volta nel terzo quarto a quota 39-41. Non aiutano la Geas i tre falli nel primo periodo di Martina Kacerik, che torna in gioco solo nella terza frazione. Con una difesa magistrale, le brindisine di Santini non permettono a Sesto di correre e di mettere a segno il parziale decisivo. Il terzo ed il quarto periodo sono caratterizzati dall’abilità offensiva e difensiva di Brindisi che non perde mai contatto con il match.

La gara. Comincia subito con una penetrazione la Kacerik di Sesto, subito seguita da Diene fra le file di Brindisi, che con passo e tiro pareggia il parziale; ma Galli va subito a referto con la sua prima tripla per il 2-5 al 2’. Ma il capitano biancoazzurro non ci sta e bombarda dal pitturato con arresto e tiro. Tagliamento colpisce dai tre punti, e c’è il pareggio firmato Brindisi a quota 7-7 al 4’. Perseu, su fallo subito, segna i due liberi per il sorpasso del 9-7 di metà periodo. Arturi sveglia le compagne con una bella penetrazione e canestro realizzato.
Barberis su assist di Galli conclude in contropiede, ma sull’altro lato del campo c’è ancora Tagliamento che punisce dalla lunga distanza per il 12-11 dell’8’. Mentre Diene continua a brillare nel pitturato e va a segno con un altro arresto e tiro, Tagliamento, particolarmente incisiva e concentrata in questo inizio di gara, va a canestro dall’area. Brindisi si mette a zona e Diene sullo scadere dei 24’’ riesce a trovare un varco e conclude, seguita però da Beretta fra le file biancorosse. È un finale di quarto concitato, con Tagliamento che replica da tre punti, emulata da Arturi per il 21-16 di fine primo periodo.

All’inizio della seconda frazione, Brindisi si conferma pericolosa dalla lunga distanza, con Passon a segnare allungando il vantaggio. Dall’altro lato del campo replica Meroni da due, ma Tagliamento è in serata e guadagna il fallo facendo poi 1/2 dalla lunetta. Galli va a segno in arresto e tiro, ma Perseu, con l’aiuto del ferro, risponde senza pensarci portando le sue sul 27-20. È poi Mazzoleni a svegliare le sestesi con la tripla del meno quattro al 13’. Dopo tre minuti passati senza neanche un canestro, Galli sblocca il parziale tentando l’aggancio e portando le sue a meno due a quota 27-25 al 16’. Fra le file di Brindisi, è Manzini a sbloccare il punteggio recuperando palla e andando a concludere in contropiede. Approfittando di una distrazione difensiva pugliese Bonomi va a segno da due per il 29-27 del 9’. Lauria fa 1/2 ai liberi ma, dall’altro lato del campo, replica Arturi che mantiene il distacco di meno due dalle biancoazzurre. Con il rientro in campo di Kacerik c’è subito il pareggio di Sesto, Perseu risponde da tre, Giorgi va a segno da due; ma è Capolicchio, in grande spolvero malgrado un ginocchio malandato, a chiudere definitivamente il parziale con un tiro dalla metà campo per il 36-33 prima dell’intervallo lungo.

Ancora il play brindisino muove il punteggio dopo la pausa con un canestro in penetrazione, subito tallonata da Arturi dall’altra parte del campo per il 38-35 del 23’. Sesto difende con grande aggressività e viene subito ripagata da due punti in contropiede di Galli, mentre Perseu fa 1/2 ai liberi per il 39-37 del 24’. Galli però risponde con un arresto a tiro da due per il pareggio a quota 39-39 al 26’. La Geas si riporta avanti dopo le prime battute del primo quarto con il contropiede di Galli su assist di Kacerik per il 39-41. Dopo due minuti senza canestri, Diene va a segno da tre sulla sirena sancendo il nuovo sorpasso Brindisi a quota 42-41 all’8’. Brindisi torna a zona, ripagata dal gioco da tre punti di Passon dal pitturato che porta il risultato a 45-41 alla fine del terzo periodo.

Al 32’ è ancora Galli ad aprire le danze con un canestro dal pitturato per il 45-43. Dopo ben quattro minuti senza canestri, Capolicchio dilata ancora il divario a favore di Brindisi regalando il 48-43 con una tripla strepitosa dall’angolo. Ma Kacerik non si fa trovare impreparata e sblocca le compagne con un arresto e tiro piazzato per il 48-45 del 37’. Ma Capolicchio continua agguerrita e implacabile e fa 2/2 ai liberi riportando il vantaggio a cinque lunghezze; si alza anche Passon dal pitturato e allarga il divario fissando il risultato sul 52-45 al 38’. Manzini a 1’ e 50’’ dalla fine della semifinale fa due su due ai liberi con freddezza, e Sesto comincia ad alleggerire la presa. Anche Tagliamento realizza i suoi due liberi; dall’altro lato del campo Kacerik realizza da tre, Diene replica da due, poi ancora Kacerik risponde dalla lunga distanza per il 58-51 a 44’’ dalla fine. Ma ancora lei, Nene Diene, segna un libero per il 59-51, poi altri due liberi per il 61-51 di fine match.

Basket, Sport

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas