Ferrarese: “Pronta la proposta di legge per la No Tax Area Brindisi-Taranto”

364 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 6 aprile Print

“E’ iniziata l’azione di coinvolgimento delle parti sociali per la proposta di realizzare una ‘No Tax Area’ sulle zone industriali di Brindisi e di Taranto, penalizzate dallo Stato per sessant’anni”. E’ quanto ha dichiarato oggi, l’ex Presidente della Provincia di Brindisi e leader del movimento ‘Noi Centro’, Massimo Ferrarese. “Ho appreso oggi, con soddisfazione – ha detto Ferrarese -, dal Presidente degli industriali pugliesi, Angelo Bozzetto, dell’interesse da lui verificato in Confindustria nazionale, per multinazionali pronte ad intervenire con importanti investimenti, nelle due nostre aree industriali. Ho apprezzato molto la celerità e la determinazione con la quale il Presidente degli industriali pugliesi ha verificato la possibilità di nuovi investimenti e ritengo adesso urgente e utile unire tutte le parti sociali e quelle politiche per ottenere, attraverso l’istituzione della No Tax Area per Brindisi e Taranto, il giusto risarcimento da parte dello Stato, per tutti i danni subiti dal nostro territorio, negli ultimi decenni, e per la perdita di chance. Nei prossimi giorni, sarà ultimata la proposta di legge e quindi consegnata a tutte le parti sociali, ai parlamentari pugliesi, al Presidente della regione Puglia, ai consiglieri regionali e alle istituzioni locali, accompagnata dalla relativa richiesta alla comunità europea. Con la volontà e l’impegno di tutti – ha concluso Ferrarese -, in questo momento drammatico per l’economia, abbiamo il dovere di fare tutto il possibile per rilanciare il territorio e l’occupazione in queste due aree della Puglia”.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas