Smaltimento illecito di rifiuti, sequestrato un opificio a Carovigno

367 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 5 aprile Print

Smaltimento illecito di rifiuti, sequestrato un opificio a Carovigno

Smaltimento illecito di rifiuti, il Corpo Forestale di Ostuni sequestra un opificio oleario a Carovigno in località Pagliarulo. A seguito di una serie di indagini i militari hanno scoperto che lo stabilimento smaltiva sansa umida e rifiuti di risulta dal lavaggio delle olive, sui terreni adiacenti al sito. Non solo la Cooperativa in questione non era dotata dell’impianto di raccolta delle acque meteoriche di dilavamento del piazzale per cui, in caso di pioggia, per i fenomeni di ruscellamento queste acque finivano nella pubblica rete fognaria pubblica oppure venivano smaltite illecitamente sui terreni circostanti tramite uno scarico abusivo.

Da qui il sequestro disposto dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Maurizio Saso, su richiesta del P.M. Dott. Milto Stefano De Nozza. Con questo provvedimento il giudice, accogliendo gli esiti delle indagini svolte, ha ordinato il sequestro preventivo, eseguito dai forestali di Ostuni, dell’intero frantoio, quindi degli immobili facenti parte dell’attività produttiva, dei macchinari e delle attrezzature utilizzati per la produzione olearia nonché dei terreni adiacenti sui quali avveniva l’illecito smaltimento dei rifiuti della lavorazione delle olive.
Deferito all’Autorità Giudiziaria il presidente della Cooperativa

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas