Carovigno,vicenda depuratore, rifondazione comunista”bisogna metterlo in funzione “

456 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 27 marzo Print

Carovigno,vicenda depuratore, rifondazione comunista”bisogna metterlo in funzione “

: Rifondazione Comunista è da anni che ha scelto di stare dalla parte della salute e dell’ambiente. Il nostro unico grande obiettivo è quello di rendere un servizio alla comunità con la messa in esercizio dell’Impianto di Depurazione di Bufolaria, per disinquinare il mare, la costa, il territorio e tutelare la salute dei cittadini dall’inquinamento… Aspettare ancora non è più possibile …. Bisogna dire basta … e agire di conseguenza … …. Lottando per la messa in esercizio dell’Impianto… dopo oltre 30 anni di attesa. Proponiamo a tutte e tutti di tenere alta l’attenzione e la mobilitazione popolare sul problema Depuratore … Ora che Amati non è più l’Assessore regionale pugliese alle Opere pubbliche chi si occuperà della vicenda… la politica, la burocrazia … o il TAR di Bari… ??? E il Comune di Carovigno che fa rispetto alla situazione di totale precarietà ambientale del territorio e della costa ???

IL “CANALE REALE” INQUINA TORRE GUACETO ??? ALLORA VA E DEVE ESSERE IMMEDIATAMENTE CHIUSO PER STOPPARE GLI SCARICHI INQUINANTI IN CORSO… ! IL CONSORZIO DI GESTIONE DI TORRE GUACETO (UNITAMENTE AL WWF) PER COERENZA CON QUANDO HA MANIFESTATO LA PROPRIA CONTRARIETA’ ALLA MESSA IN ESERCIZIO DELL’IMPIANTO CONSORTILE DEL DEPUTATORE DI BUFOLARIA DI CAROVIGNO, CHIEDA LA IMMEDIATA CHIUSURA DEL CANALE REALE…. PER STOPPARE A TORRE GUACETO… OGNI SCARICO FOGNARIO INQUINANTE CHE SFOCIA NEL PARCO MARINO…. PROVENIENTE DALLA FOCE DEL CANALE REALE !!!
Rammentiamo: Secondo il Decreto istitutivo del Parco Marino della Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto di Carovigno… il Canale Reale va chiuso subito … perchè il Decreto Istitutivo del 04/12/1991, all’articolo 4 , dice a chiare lettere: “sono vietate le attività appresso indicate …, tra cui l’alterazione, con qualsiasi mezzo, diretta o indiretta, dell’ambiente geofisico e delle caratteristiche chimiche e biologiche delle acque, nonché la discarica di rifiuti solidi o liquidi e in genere l’immissione di qualsiasi sostanza che possa modificare, anche transitoriamente, le caratteristiche dell’ambiente marino”. Alla luce di quanto sopra e al fine di tutelare il Parco Marino di Torre Guaceto chiediamo la immediata chiusura del “Canale Reale” . Chiediamo uno Stop subito, prima dell’avvio dell’estate 2013, ad ogni scarico inquinante versato nel Canale Reale. Il Canale Reale sfocia e versa ripetutamente e indisturbatamente liquidi inquinanti di ogni genere nella Riserva, come è noto, alterando e modificando l’equilibrio naturale – ambientale del mare stesso di Torre Guaceto. La chiusura del Canale Reale è da anni e anni che la sollecitiamo. Ora è giunta l’ora di dire Basta. Si rispettino e si applichino le normative e le leggi a tutela dell’ambiente geofisico per salvaguardare e salvare il Parco Marino e la Riserva Naturale dello Stato da ogni fattore inquinante presente.

Torre Guaceto è un Bene Naturale Ambientale Comune.
E’ di tutte e tutti.

Il Circolo di Rifondazione Comunista – Carovigno

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas