Ferrarese alle istituzioni locali: “Non distogliete i fondi Cipe destinati alle bonifiche della falda dell’area industriale di Brindisi”

547 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 26 marzo Print

“I fondi Cipe, vanno utilizzati per le bonifiche della falda inquinata nell’area industriale di Brindisi e non distolti per seppellire con un capping i fanghi scaricati dalla ex Montedison”. E’ quanto ha ribadito nella giornata di ieri, l’ex Presidente della Provincia di Brindisi e Presidente di ‘Noi Centro’ Massimo Ferrarese, direttamente al sindaco di Brindisi Consales, al commissario della Provincia di Brindisi Castelli, al Presidente dell’Asi Rollo e al Presidente di Confindustria Marinò. “Abbiamo la necessità – ha detto Ferrarese – di completare le bonifiche della zona industriale di Brindisi, in quanto la mancata bonifica di suddetta zona continuerebbe a penalizzare gli imprenditori locali, che nulla mai hanno inquinato. Ho avuto rassicurazioni, in merito alla realizzazione delle bonifiche, dall’allora ministro Stefania Prestigiamo e dall’attuale ministro Corrado Clini e quello che chiedo oggi alle istituzioni locali è di continuare su quella strada da noi perseguita e quindi a non distogliere quei fondi utili per il disinquinamento della falda. La legge in Italia prevede che chi inquina paga e non possono essere i cittadini a farsi carico di risolvere il problema di quello scempio ambientale, messo in atto dalla ex Montedison”.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas