Basket: La Futura non smette di vincere.Buona anche a Sorrento

347 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 17 marzo Print

La Futura Basket torna sul parquet dopo una settimana speciale, passata in fretta dopo lo strattone decisivo al campionato. Ci torna da neopromossa in serie A2, al termine o quasi di un’annata delle meraviglie, con poche smagliature e un rendimento pressoché costante. Ad attenderla è la NPG Polisportiva Sorrento, che la sua stagione l’ha già sottoscritta spuntando un posto nei playoff, al via il prossimo 7 aprile. Le ragazze di coach Paolo Falbo hanno solo una riserva da sciogliere, farsi avanti nella griglia dei quarti di finale, che interessano le squadre dalla seconda alla nona classificata della fase regolare.
La Futura arriva in via Atigliana a ridosso della palla a due, a causa di un rallentamento sulla strada della Costiera sorrentina. Riscaldamento accelerato e subito in campo. Nella distinta c’è Francesca Lacitignola, guardia classe 1997, unica novità rispetto ai roster delle ultime settimane. Rinuncia alla trasferta l’infortunata Francesca Gismondi. La formazione costiera si presenta invece rimaneggiata a causa di infortuni e virus influenzali. L’avvio è equilibrato, le squadre sono il ritratto di una sfida aperta e incerta, con le buone premesse di Errico e Busiello da una parte, i propositi ispirati di Diene e Passon dall’altra. 15-14 a un minuto e mezzo dalla prima sirena, poi è la Futura a rimboccarsi le maniche e trovare gli spiragli giusti, 15-20 prima della fine del quarto, chiarendo da subito di non essere a Sorrento in viaggio di piacere. La Polisportiva non fa una piega e torna in partita con un secondo periodo ben giocato, anche se bastano tre minuti per scivolare a meno sette. Sorrento si difende dalla pressione sulle rimesse dal fondo con qualche back door che permette di segnare canestri facili in contropiede e risalire al 23-26, Nene Diene però rintuzza subito riportando le sue a più cinque con un gioco da tre. Le padrone di casa non ci stanno e animano la rimonta con le triple di Isacchi e Anastasio e i due punti di Busiello che valgono il vantaggio (33-28). Laura Perseu infila la tripla del pari (33-33) prima del definitivo 37-35 che consegna le squadre all’intervallo lungo. Il terzo quarto è un monologo della squadra allenata da Gigi Santini che prende il largo e rafforza le chance di vittoria: le brindisine mettono in campo velocità e precisione sotto canestro non lasciando respiro alle biancorosse, la difesa diventa un bunker e i rimbalzi innescano il contropiede che non dà scampo. Tagliamento, Perseu e Passon mandano in ghiaccio la frazione con un parziale di 6-21 che piazza Brindisi a più tredici (43-56) prima dell’ultimo rientro. Non abbastanza da lasciare tranquille le ragazze di Santini: il Sorrento prova comunque a invertire la rotta, a crederci con caparbietà, a minare le sicurezze dell’avversario. E così, a quattro minuti dal termine, il tabellone segna 55-58, un risveglio brusco per chi pensava che la gara viaggiasse già in direzione Brindisi. Eleonora Isacchi fa 57-58, Sorrento è a un millimetro dall’insperato finale, Diene si prende l’ennesimo gioco da tre prima del punto di Ermito: 59-60 e contesa più che mai aperta ed emozionante. A cinquanta secondi dallo scadere Tagliamento firma il 59-64, poi due canestri dalla lunetta di Anastasio e l’inutile tentativo da tre seguente. Finisce 61-64 una sfida capace di nascondersi e poi tornare come un lampo sulla scena, che assegna due punti d’encomio alla Futura e costringe il Sorrento a rimanere ancora un’altra settimana sospeso al rebus dei playoff.
“Abbiamo disputato una buona gara – ha commentato al termine coach Santini -, migliore di quanto mi aspettassi. Dopo aver chiuso la partita con il campionato, ci stava pure giocare senza la solita intensità. E in effetti la squadra si è espressa in modo discontinuo, vivendo di scosse che tuttavia hanno segnato parziali determinanti. I momenti positivi sono bastati per assicurare la vittoria, penso al terzo periodo che ha ampiamente ammortizzato la flessione dell’ultimo periodo, quando è bastato il minimo sforzo per rimanere davanti. Non potevo pretendere la massima concentrazione, questa vittoria dimostra la compattezza di un gruppo che continua a giocare con voglia e rispetto per la competizione. Di fronte c’era un avversario in corsa per il piazzamento playoff, ci ha creduto rimediando nell’ultimo quarto e sfoderando l’ottima prova del pivot Giorgia Ermito. La giocatrice brindisina non è bastata ma ha fatto davvero bene”.

Basket

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas