Mesagne:Sel per un rilancio dell’azione amministrativa

314 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 14 marzo Print

Il risultato
elettorale anche a Mesagne, seppur con accenti differenti rispetto al
dato nazionale e alla elezione a parlamentare di Toni Matarrelli,
indica la necessità inderogabile per tutte le forze politiche di
rispondere ad una domanda inarrestabile di cambiamento. La gente chiede
che la politica torni finalmente ad occuparsi dei problemi reali di un
paese stremato da una crisi profonda che è certamente economica ma
anche morale e civile.
La nostra città vive un momento di grave
sofferenza: il suo sistema produttivo appare paralizzato dalla crisi in
tutti i suoi comparti (agricoltura, commercio, terziario, turismo). Vi
è un aumento esponenziale dei livelli di povertà che intacca
visibilmente fasce sempre più ampie di cittadini, non solo gli
indigenti storici, i disoccupati vecchi e nuovi, i precari ma anche le
famiglie monoreddito, i commercianti, gli artigiani ecc. Si assiste ad
una preoccupante impennata dei fenomeni di criminalità senza che a
questa corrisponda una forte risposta civile e istituzionale. Vi è una
attenuazione della partecipazione alla vita pubblica. Alcune
realizzazioni avviate tardano ad arrivare a compimento (ampliamento
della zona PIP, ampliamento del cimitero, rigenerazione urbana area ex
campo sportivo, ultimazione restyling villa comunale, piazza
commestibili). Tutto ciò in un clima in cui la politica e le
istituzioni democratiche complessivamente subiscono un perdita secca di
credibilità.
L’Amministrazione fatica non poco a dare risposte a
questa marea montante di problemi specie in un contesto di risorse
ridotte al lumicino dai tagli dei trasferimenti statali, dalle rigidità
finanziarie imposte dalle leggi di bilancio, dal fermo delle entrate
tributarie in un regime di pressione fiscale ormai alla soglia della
sopportabilità. In più deve far fronte ad un aumento esponenziale della
spesa corrente per servizi storicizzati che sono cresciuti nel tempo e
che non possono e non devono essere intaccati (servizi sociali,
raccolta differenziata, servizi scolastici…ecc) .
In questo contesto
di oggettive e gravi difficoltà non è facile governare per nessuno e
forte può essere la tentazione di mollare tutto, di cercare negli altri
responsabilità, di alzare i toni dello scontro politico per arrivare ad
un “tanto peggio tanto meglio” che getterebbe la città nel baratro. E’
proprio in questi momenti invece che bisogna fare appello al senso di
responsabilità di tutti, cittadini, politici ed istituzioni e chiamare
tutti ad un sforzo supplementare, corale e condiviso per superare il
difficile momento.
Per parte nostra riteniamo che il centrosinistra di
Mesagne sia ancora in grado di garantire una prospettiva di governo
alla città fino al compimento naturale della legislatura e sia altresì
in grado di rilanciare la propria proposta politica anche per il
futuro, Deve però accettare con umiltà le indicazioni che dalla società
si muovono e che impongono di aumentare le occasioni di ascolto, di
intensificare le relazioni politiche, di cogliere l’istanza di
cambiamento e di rispondere alle difficoltà con i fatti più che con le
parole o le promesse.
Noi di Sinistra Ecologia e Libertà pertanto
riconfermiamo in pieno la fiducia al Sindaco e alla sua Giunta. A loro
riconosciamo certamente impegno, spirito di abnegazione e rigore
morale. Molte cose positive sono state fatte ma sono stati commessi
errori e leggerezze talvolta gravi che non si possono più ripetere.
Crediamo che questa compagine di governo, se adeguatamente sostenuta
dalle forze politiche di maggioranza, abbia intatte le possibilità di
completare il programma di governo.
Il Sindaco eserciti in piena
autonomia la facoltà di sostituire l’assessore dimissionario e, ove lo
ritenga, di rafforzare la compagine di governo in funzione esclusiva
del raggiungimento di quegli obiettivi programmatici ritenuti
oggettivamente irrinunciabili (avvio del progetto di ampliamento della
zona industriale, completamento e concessione box commerciale piazza
commestibili, riqualificazione urbana ex campo sportivo via Sasso,
ampliamento cimitero ecc..). Noi siamo pronti da subito a riprendere ed
intensificare il dialogo con le altre forze politiche della
maggioranza, segnatamente orientate a sostenere e rilanciare il governo
cittadino, con cui vogliamo condividere questo sforzo e questa
responsabilità nella consapevolezza che soltanto insieme possiamo
superare questo momento e rilanciare la nostra città verso una
prospettiva ulteriore di crescita e di sviluppo.

Mesagne, 14 marzo
2013

Cosimo Scalera – Segretario cittadino SEL
Pompeo Molfetta –
capogruppo consigliare SEL

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas