San Vito dei Normanni: lunedì il punto sugli “Ecomusei”

416 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 2 marzo Print

Doppio appuntamento, lunedì 4 marzo, a San Vito dei Normanni: alle ore 17, nell’aula consiliare del Municipio, si svolgerà un incontro finalizzato a fare il punto sugli “Ecomusei” e sul progetto sperimentale di “Mappe di Comunità del Piano paesaggistico territoriale regionale”.

A fare gli onori di casa il sindaco Alberto Magli e la Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale Adele Celino. Interverranno Francesca Pace (Dirigente Servizio Assetto del Territorio della Regione Puglia), Grazia Semeraro (Università del Salento e Responsabile scientifica del Museo Diffuso “Castello d’Alceste” di San Vito dei Normanni), Francesco Baratti (Sistema Ecomuseale del Salento) e Manuela Palmisano (Ecomuseo della Valle d’Itria). Trarrà le conclusioni dell’incontro l’assessore regionale alla qualità del territorio, Angela Barbanente.

L’incontro si inquadra nell’ambito delle attività svolte dal SESA, Sistema Ecomuseale del Salento e sarà, come detto, l’occasione per verificare lo stato di avanzamento del processo di costruzione della coscienza di luogo delle comunità coinvolte (San Vito dei Normanni, Acquarica di Lecce, Alessano, Botrugno, Cavallino e Neviano) e della loro partecipazione ai principi di produzione sociale del paesaggio inseriti tra i tratti fondamentali del nuovo PPTR/Puglia.

A seguire, nella chiesa di San Giovanni, sarà inaugurata la mostra “Il senso dei luoghi, il luogo dei sensi”. Il titolo vuole mettere in evidenza l’importanza che oggi ritorna ad assumere la coscienza di luogo rispetto al dinamiche complesse sottese al concetto dominante di villaggio globale.

La mostra intende dunque rimettere al centro l’importanza del progetto locale e dei suoi protagonisti, le comunità che hanno saputo esprimere una visione autonoma del loro futuro e una leadership consapevole che cerca di realizzarla. Uno dei soggetti di questo cambiamento in atto anche nel nostro Paese, che non pretende di essere esaustivo di tutto ciò che si sviluppo in questo ambito, sono gli ecomusei. Un gruppo di animatori locali, di ricercatori, di sostenitori della Nuova Museologia, hanno cercato di raccontare in questa mostra casi esemplari che documentano, grazie anche al nuovo Piano Paesaggistico di Puglia, come una diversa via verso il benessere e la costruzione di cittadinanza sia possibile nei fatti.

La mostra, che vuole essere itinerante, ha anche un carattere interattivo e intende diventare un canale di dialogo con le comunità ospitanti e quindi uno strumento di ricerca e di scambio di conoscenza.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas