Mesagne : Salvatore Esposito, Cristina Nicolardi, Maristella Tamborrino sono i vincitori della Borsa di Studi Melissa Bassi

1.102 letture dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 14 febbraio Print

Mesagne : Salvatore Esposito, Cristina Nicolardi, Maristella Tamborrino sono i vincitori della Borsa di Studi Melissa Bassi

Il giorno Mercoledì 13 febbraio, alle ore 18, presso l’auditorium del castello di Mesagne, si è tenuta la cerimonia di conferimento delle tre Borse di studio in scrittura creativa “Melissa Bassi” istituite e finanziate dall’Associazione Culturale Cabiria nell’ambito del progetto Cine Script – Accademia di Cinema e Scrittura Creativa, con il benestare della famiglia Bassi e con il patrocinio del Comune di Mesagne.

 

Oltre ai 25 candidati passati in semifinale, in sala erano presenti i genitori di Melissa con il loro legale rappresentante Avv. Fernando Orsini; il Sindaco di Mesagne Franco Scoditti; l’Assessore alla Cultura Maria De Guido; l’Assessore alle Politiche giovanili Walter Zezza e alcuni agenti di Polizia in rappresentanza del locale commissariato di Mesagne.

 

Melissa Bassi, vittima dell’attentato dinamitardo del 19 maggio 2011 alla scuola professionale per i servizi sociali “Morvillo-Flacone” di Brindisi, era una ragazza con la voglia di vivere tipica dei suoi 16 anni, che raccontava  sogni e aspirazioni al suo diario. Una mattina come tante, mentre andava a scuola, la sua vita é stata spezzata da un gesto folle, il cui movente é ancora tutto da chiarire. Quell’avvenimento ha profondamente segnato tutta la comunità, non solo per la tragedia della famiglia Bassi che poteva toccare ognuno di noi, ma anche perché si è temuto il ritorno agli anni bui, quelli in cui si è lottato contro la criminalità organizzata locale: la sacra corona unita.

 

A circa 9 mesi di distanza dall’accaduto il territorio ha proposto una strada per riscattarsi e riscattare idealmente Melissa, attraverso un’azione concreta proposta dall’associazione Cabiria che ha fortemente voluto le borse. La famiglia Bassi, le Istituzioni e singoli esponenti del mondo della cultura italiana, come Maurizio Costanzo e Enrico Vaime, si sono ritrovati insieme in questo progetto che offrirà ai vincitori la possibilità di accedere gratuitamente ai percorsi formativi extrascolastici in scrittura narrativa di Cine Script ma, soprattutto,  la possibilità di iniziare a raccontare la vita, lì dove il racconto della vita di Melissa è stato spezzato.

 

Hanno aperto la serata i quattro fondatori di Cabiria Anna Rita Pinto, mesagnese di origine e romana di adozione, Riccardo Poggi di Roma, Monica De Paola di Brindisi e Claudia Ribezzi di Mesagne, spiegando l’impegno e la motivazione dell’associazione a favore dei talenti del territorio, soprattutto aspiranti autori e scrittori, affinché questi, dopo un’adeguata preparazione e interagendo con alte professionalità di spicco nazionale, possano operare anche oltre i confini geografici della Puglia. Cabiria vanta infatti l’appoggio e la stima di Maurizio Costanzo, Enrico Vaime, Luca Ward, la casa editrice il Grillo e molti altri. Professionisti con i quali Anna Rita Pinto, sceneggiatrice cinematografica e ideatrice del progetto Cine Script, ha avuto modo di collaborare nella sua ventennale permanenza romana.

 

I giurati, dopo aver esaminato circa una cinquantina di racconti brevi di aspiranti scrittori, di tutte le età e provenienti da tutto il Mezzogiorno, pervenuti nei 30 giorni messi a loro disposizione per partecipare, hanno deciso di assegnare quattro borse di studio e non tre come stabilito in principio. I criteri di selezione si sono basati prevalentemente su tre elementi: l’originalità dell’idea; la coerenza strutturale del racconto breve; la capacità di catturare l’attenzione del lettore.

 

A dare i nomi dei vincitori che accederanno gratuitamente ai percorsi formativi extrascolastici in scrittura narrativa di Cine Script, è stato stati Maurizio Costanzo. Enrico Vaime, invece, era assente per ragioni di lavoro. Costanzo, collegato in videoconferenza da Roma è stato membro della giuria giudicatrice insieme a Anna Rita Pinto, Riccardo Poggi – montatore cinematografico e pubblicitario; Il Grillo editore – casa editrice pugliese che pubblica e distribuisce su tutto il territorio nazionale; Barbara Bechelloni – giornalista, scrittrice, autrice Rai e docente universitaria, il Sindaco di Mesagne (o un suo delegato). A premiare i vincitori sono stati i genitori di Melissa, reduci dal processo tenutosi in giornata contro Vantaggiato, colpevole della morte della ragazza.

 

Al terzo posto, ax aequo, si sono classificati i racconti “Il viaggio di tutte le notti” di Maristella Tamborrino, 27 anni, di Francavilla Fontana (BR) e “La prigione dell’animo” di Antonio Visconti, 17 anni di Squinzano (LE). Entrambi avranno diritto a frequentare il “percorso base in scrittura narrativa”, del valore economico di  340,00 euro cadauno.

 

Al secondo posto si è classificata Cristina Nicolardi, 26 anni, di Francavilla Fontana (BR) con il racconto “I tergicristalli insufficienti” con il quale si è conquistata il diritto a frequentare il “percorso school” (livello base più avanzato), dal valore economico di  880,00 €.

 

Il primo in graduatoria è stato invece  Salvatore Esposito, 33 anni di Surbo (LE) che con il suo racconto sulla pedofilia  “Notti piovose”, ha conquistato a pieno titolo il “percorso academy” (livello base più avanzato più master) del valore economico di 1.620,00 €.

 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 - Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo - contatti: redazione@telebrindisi.tv - tel. +39 3290615650 - +39 3925630311 - Edita da Multimedia Communication sas