Ferrarese sulla discarica ex Montecatini: “I cittadini non possono pagare i danni provocati dai colossi industriali”

611 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 2 febbraio Print

“Non ritengo assolutamente giusto che i cittadini si facciano carico di bonificare i terreni che i colossi dell’industria hanno inquinato , in maniera disinvolta, in decenni”. E’ quanto dichiara il Presidente di ‘Noi Centro’, Massimo Ferrarese, a proposito della notizia secondo cui verrebbero destinati 40 milioni di euro di denaro pubblico, con l’uso del finanziamento Cipe, per bonificare la discarica del Petrolchimico, nella zona industriale di Brindisi, nella quale per decenni sono stati riversati i fanghi inquinanti rivenienti dalla produzione industriale. “Partendo dal presupposto che la legge italiana prevede che chi inquina paga, ci opporremo in tutte le sedi opportune affinchè non siano i cittadini a farsi carico di risolvere uno scempio ambientale, del quale loro non sono altro che vittime. So bene – aggiunge Ferrarese – di cosa parliamo. Lo so da ex Presidente della Provincia, quando proprio nell’estate del 2012, dopo aver ottenuto le risultanze della caratterizzazione da parte del Ministero dell’Ambiente, ho immediatamente adottato l’ordinanza che imponeva l’obbligo di bonifica ai soggetti che hanno inquinato. Lo so come responsabile di una forza politica e soprattutto conosco la vicenda in quanto per primo, 23 anni fa, anche se solo come socio di minoranza di una s.r.l. chiamata Micorosa ( che va chiarito non era la produttrice dei fanghi, ma quella sorta per bonificare e trasformarli) – spiega Ferrarese -, si cercò di realizzare degli impianti alla periferia di quella discarica per convertire quel milione e mezzo di metri cubi di rifiuti in calce idrata, utilizzabile per l’edilizia. Il progetto non riuscì in quanto quei fanghi erano talmente inquinati da non poter neanche essere utilizzati per quello scopo. Nessuno forse più di me – conclude il Presidente di ‘Noi Centro’ – conosce quello che c’è in quella discarica, chi ha prodotto il danno e la necessità che sia il responsabile dell’inquinamento, come per legge, e non i cittadini, di farsi carico della bonifica”.

UFF. STAMPA ‘NOI CENTRO’

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas