La Finanza sequestra beni per 1,3 milioni a quattro operatori portuali brindisini

410 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 30 gennaio Print

Sarebbero state evase Iva e Ires dal 2007 al 2010  da parte di quattro operatori portuali brindisini. L’evasione ammonterebbe a circa  un milione e trecento mila euro.  E della stessa somma sarebbe  il sequestro preventivo di beni effettuato dal   Nucleo di Polizia Tributaria dalle Guardia Finanza di Brindisi. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria sono stati sequestrati :  cinque immobili di pregio, una vettura di grossa cilindrata, quote societarie, disponibilità finanziarie e titoli. Inoltre  è stato accertato che i soggetti in  questione per ottenere  agevolazioni fiscali avrebbero localizzato fittiziamente la residenza fiscale di una società  in Portogallo.Mentre, fattivamente, la società operava a Brindisi.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas