Futura Basket : Sfiorata l’impresa a Santa Marinella

624 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 20 gennaio Print

Futura Basket : Sfiorata l’impresa a Santa Marinella

Si interrompe a Santa Marinella la striscia positiva di undici giornate della Futura Basket. Il primato delle brindisine rimane lì, incolume, forte di quattro lunghezze di vantaggio proprio sulla Valentino Auto Santa Marinella. Inciampa nell’Agro Romano il cammino irresistibile delle ragazze di coach Santini che escono dal Pala De Angelis con un meno due di score (63-65) che, se congela la classifica, non abbatte le protagoniste biancoazzurre. Che tornano in riva all’Adriatico con la ripromessa di riscattarsi subito e riprendere la volata già sabato prossimo contro un’altra diretta antagonista, quel Basilia Potenza che con la sconfitta in casa del Pink Sport Time Bari (50-53) non ne ha saputo approfittare incassando il secondo stop consecutivo.
Pronti via, neanche cinque secondi e le brindisine vanno a segno con Manzini prima e poi con Diene. Il Santa Marinella si sblocca con Gelfusa e Russo, che ribattono colpo su colpo e riescono a portare avanti la compagine biancorossa. La partita è veloce e ricca di repentini cambi di fronte, così in poco più di un minuto si passa dal vantaggio delle padroni di casa ad un +5 della Futura. Ma dopo il break ospite il Santa Marinella si scuote, il play Elena Russo (undici punti nei primi 10’) recupera diversi palloni, manda a segno le compagne e riporta avanti la squadra di casa. Nel finale due liberi di Tagliamento (migliore realizzatrice della gara con venti punti) regalano il vantaggio al Brindisi che chiude il primo periodo 22-21. Breve pausa e di nuovo in campo per il secondo quarto, nel quale la Futura spreca in fase conclusiva mentre le laziali concretizzano buona parte delle azioni mandando a canestro tutte le migliori tiratrici. Tra cui Del Vecchio che con due triple porta a +7 il vantaggio di Santa Marinella. Ma è solo un’illusione perché arrivano immediate le risposte avversarie dai sette metri e mezzo, prima con Tagliamento e poi con Manzini che riportano di nuovo avanti la formazione ospite. Ultimo giro di orologio prima della pausa lunga, Gelfusa, spalle a canestro riceve in post, si gira e segna il canestro del nuovo vantaggio, sulla ripartenza brindisina il Santa Marinella recupera e va in tripla con Vicomandi che ferma il punteggio sul 38-34.
Finora si è vista una partita bellissima, divertente, con due difese che soprattutto nel secondo periodo hanno lavorato molto bene, facendo suonare più volte la sirena dei ventiquattro secondi. Il vantaggio è minimo e al rientro in campo il copione si ripropone con azioni mal concluse da entrambe le squadre che incagliano il punteggio per qualche minuto. A sbloccarlo è la tripla di Marzia Tagliamento che riporta sotto di un punto le sue compagne. In questa fase del match il Santa Marinella gioca spesso ai ventiquattro secondi con la difesa ospite che accorcia la coperta per proteggere il canestro e si affida alla zona press. Gelfusa e Del Vecchio prendono però per mano la formazione di casa, la prima recupera rimbalzi e segna, l’altra sfrutta il buon giro palla delle compagne che le permettono di infilare la terza tripla personale, quella del 49-43, che segna la fine del terzo periodo.
L’ultimo è il quarto della svolta possibile per la Futura. Le brindisine ci credono e riescono a riportarsi subito sotto di un punto, ma è ancora Gelfusa a prendere le distanze con la retina del +3. La tripla di Vicomandi raddoppia il vantaggio ma le ragazze di Santini rispondono a tono con una difesa aggressiva e grazie all’ottima media realizzativa dalla lunetta si riportano ad appena tre lunghezze di distanza, ad un minuto dal termine. Tanti falli tattici negli ultimi secondi, tanti liberi da una parte e dall’altra, che la Futura concretizza e il Santa Marinella spreca dilapidando gran parte del vantaggio accumulato. A otto secondi dalla quarta sirena Vicomandi fa due su due dalla lunetta e porta a cinque punti il margine di vantaggio, centro decisivo che manda a vuoto la tripla di Linda Manzini all’ultimo respiro. Vince la Valentino Auto 65-63 confermando l’imbattibilità casalinga della squadra di Daniele Precetti; la Futura rallenta ma tutto sommato non demerita. “Paghiamo ancora il conto di una situazione fisica non ottimale – è stato il commento a fine gara di coach Gigi Santini -. In settimana ci siamo allenati a ranghi ridotti, con Perseu e Diene ferme, Capolicchio non ancora integrata e Lauria recuperata da poco. La condizione fisica non ci sostiene e allora si spiega una prova nel complesso non da incorniciare. Non abbiamo giocato da Futura, abbiamo sbagliato troppo e tuttavia potevamo anche vincere. Pazienza. Questa volta le motivazioni non sono bastate, è necessario risolvere qualche acciacco e ripartire di slancio. A questo aggiungerei l’ottima cifra dell’avversario, che dispone di ottime individualità e che soprattutto nei primi due periodi ha tenuto una buona percentuale al tiro. Poi passando a zona siamo riusciti a limitare la loro profondità e la partita è scivolata punto a punto fino alla fine. Conto di recuperare lo stato migliore delle ragazze, in ogni caso questo risultato non scalfisce di una virgola la nostra determinazione”.

Basket, Sport

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas