Futura Basket Brindisi : Il capitano Nene Diene suona la carica

383 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 17 gennaio Print

Secondo atto del tris di sfide che possono decidere. La Futura Basket va a Santa Marinella, la “perla del Tirreno”, per legittimare il ruolo di leader del campionato di A3 e cancellare l’ombra della formazione rossoblù laziale che insegue a sei punti. E che domenica scorsa ha violato il campo del Basilia Potenza agganciando le lucane a quota sedici in classifica. Una vittoria corsara che ha permesso al club tirrenico di spingersi a ridosso della capolista motivandosi in vista dello scontro diretto, in programma sabato prossimo alle ore 18.30 al Pala De Angelis. Fondato nel 1967, il Santa Marinella vive un nuovo anno zero dopo il varo della nuova formula del campionato e per questo si è attrezzato per il ritorno in serie A2 che lo ha già visto protagonista dal 1981 per sei stagioni consecutive. La Futura di coach Santini sa delle difficoltà del prossimo impegno, il campo laziale è un fortino che nessuno è finora riuscito ad espugnare, ma sa anche che passare indenne il turno significa mettere un’ipoteca sul primato. In attesa di ospitare il Basilia Potenza e tenere il passo verso il traguardo più ambito. Ma la compagine brindisina non precorre i tempi e prepara la sfida del De Angelis concentrandosi unicamente sul prossimo avversario. La società del presidente Massimo Baraldi ha rinnovato il suo roster confermando dalla passata stagione le atlete Elisa Del Vecchio (1989, guardia), Roberta Romitelli (1991, ala), Elena Russo (1988, play), Silvia Vicomandi (1986, play) e richiamando in rossoblù l’ala romana classe 1984 Marianna Biscarini, alle spalle una importante esperienza a Siena in A2 e in forza al Santa Marinella fino a due stagioni fa. Alla corte del tecnico Daniele Precetti sono poi arrivate Laura Gelfusa, ala-pivot del 1979 con tanta A1 alle spalle, e le under Federica Ballirano (1995, guardia), Benedetta Antonini (1996, guardia), Alice Sabatini (1996, ala), Sara Benedetti Michelangeli (1997, guardia-ala), Roberta Russo (1997, play-guardia), Elisa Rogani (1997, pivot) e Federica Pagliocca (1997, guardia). Un allestimento che si è adattato alla importante innovazione che prevede quattro under 21 a referto e che ha inevitabilmente indirizzato alcune scelte.
Sul fronte brindisino, la Futura ha regolato senza peripezie la pratica Civitanova, battuta di slancio nella prima di ritorno, e ora prova a riassestarsi fisicamente per affrontare al meglio l’impegno di sabato. Ancora qualche acciacco ma la comitiva di Gigi Santini tira diritto come sempre. “Contro il Civitanova abbiamo dimostrato che il carattere e la forza di volontà sono più forti di qualsiasi ostacolo – ha osservato il capitano biancoazzurro Nene Diene – e anche se sul piano fisico non siamo al cento per cento non ce ne accorgiamo perché diamo tutto per centrare l’obiettivo. Siamo diventate subito un gruppo, anche le nuove compagne si sono integrate benissimo, e questo fa di una squadra tecnica anche una squadra combattiva, che non molla mai e reagisce a tutte le situazioni difficili. Merito di un tecnico che non trascura nessun aspetto, che prepara tutte le partite lavorando sui dettagli e trasmette soprattutto grandi motivazioni”. La gara di sabato è di quelle che hanno un significato speciale. Non i due punti in palio al termine della contesa ma la possibilità di mettere in sicurezza la prima posizione in classifica. Nessun rischio di rilassamento, in casa biancoazzurra la leadership mette ancor più entusiasmo e voglia di crederci alle sue protagoniste. “Non esiste alcun diritto alla vittoria – continua l’ala brindisina – e qualsiasi risultato è sempre il frutto di un lavoro. Non ci esaltiamo, andiamo avanti per la nostra strada con umiltà e mettendo in campo tutte le qualità possibili maturate fin qui. Dietro un traguardo c’è sempre un percorso, e nel percorso tanti ostacoli da superare. Uno di questi è il Santa Marinella, squadra imbattuta in casa, ma non abbiamo certo intenzione di perdere il passo proprio ora”. Nene è arrivata alla Futura lo scorso anno. Ventenne originaria di Lecce, gioca a basket da quando aveva dieci anni, un cammino costellato di “chiamate” importanti. A 14 anni la prima convocazione nella Nazionale di categoria, poi nel 2010 la medaglia d’oro agli europei under 18 in Slovacchia, i mondiali under 19 in Cile e infine l’Europeo della scorsa estate a Debrecen, in Ungheria, con la azzurre under 20. Tra i club la parentesi a Livorno, poi quella lucchese nel Basket Le Mura, dove entra stabilmente nel roster di A1. Quindi nell’estate 2011 la decisione di mollare tutto e di riavvicinarsi al Salento. Dove è nata e dove è tornata, ceduta in prestito biennale alla Futura Basket. “A Brindisi ho ritrovato l’entusiasmo e la voglia di ricominciare – ha ammesso la forte giocatrice – e ora vorrei togliermi qualche soddisfazione anche con questa maglia, conquistare subito l’A2 e poi continuare a indossarla per dare una mano alla squadra. Mi piacerebbe infine giocare con la Nazionale maggiore e dunque poter coronare nel miglior modo il percorso con le categorie giovanili. Cosa dico agli appassionati di basket di Brindisi? Di venirci a vedere. La spettacolarità del basket maschile non è in discussione, ma anche noi sappiamo divertire!”.

Basket, Sport

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas