D’Attis sulla Costituzione Parte Civile del Comune di Brindisi: “era tutto regolare”

391 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 14 gennaio Print

Processo Enel, D’Attis (PdL): “Il Comune aveva le mani libere sulla costituzione di parte civile e il centrodestra al governo non aveva pregiudicato nulla. La decisione del giudice di oggi ne è la dimostrazione, per il resto solo speculazione politica”.

“Nulla ha impedito al Comune di costituirsi parte civile nel procedimento Enel e l’ammissione della istanza di oggi rende giustizia anche rispetto alle speculazioni politiche di questa estate da parte del PD e di chi governava in Provincia”

Interviene così Mauro D’Attis, capogruppo del PdL, in merito alla notizia della ammissione della costituzione di parte civile di Comune e Provincia nel procedimento penale in corso sulla vicenda ambientale Enel.

“Il Comune di Brindisi con il centrodestra al governo aveva ottenuto in un altro processo la costituzione di parte civile e, rispetto alla richiesta monetaria, aveva chiuso una transazione che coinvolse gli agricoltori della zona. Mai, dico mai e oggi ne abbiamo la dimostrazione, è stata pregiudicata qualsiasi altra futura presa di posizione a tutela degli interessi ambientali e della salute dei cittadini. Mi spiace che molti abbiano speculato politicamente. Come dissi la scorsa estate, la giunta Consales aveva le mani libere sulla costituzione di parte civile e così è stato”.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas