Polemiche sul Lungomare : Il sindaco Consales risponde al PDL

329 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 10 gennaio Print

“Leggo con non poco stupore la presa di posizione del gruppo consiliare del PDL sulla vicenda del lungomare Regina Margherita e mi rendo sempre più conto che il lupo perde il pelo ma non il vizio”.
Lo afferma il Sindaco di Brindisi Mimmo Consales in riferimento alla decisione di chiudere al traffico veicolare il più importante tratto cittadino di lungomare.
“Il PDL confonde la tutela del bene comune con l’arroganza – prosegue Consales – e quindi non comprende che quando c’è un cantiere in piena attività non si possono fare i favori agli ‘amici degli amici’, garantendo deroghe ai divieti che finiscono inevitabilmente per allungare i tempi di realizzazione delle opere e per danneggiare i lavori già eseguiti (nel caso specifico mi riferisco alla pavimentazione), con enorme dispendio aggiuntivo di risorse pubbliche. D’Attis ed i suoi colleghi di gruppo sanno bene che il danno maggiore per i commercianti della zona è quello di allungare i tempi di completamento degli interventi di rigenerazione urbana e quindi è incomprensibile la difesa di ufficio di qualcuno e in particolare di un albergo i cui clienti possono scendere a poco meno di cento metri dallo stesso hotel (con sosta nei pressi del Palazzo Montenegro). Mi rifiuto di pensare che i firmatari della nota non hanno mai visto come funziona una zona pedonale in tantissime città italiane ed europee: possono accedervi per un paio d’ore al giorno i mezzi di carico e scarico, così come i titolari di passi carrabili ed i mezzi di soccorso. Questo accadrà anche a Brindisi, ovviamente, ma solo quando i lavori saranno terminati e non durante la esecuzione degli stessi, con rischi incalcolabili per la sicurezza e per la pavimentazione appena realizzata. Mi viene il sospetto – aggiunge il Sindaco – che questa città in cui le regole finalmente si rispettano dia fastidio a più di qualcuno perché così si impedisce di gestire un sottobosco del consenso che magari nelle imminenti campagne elettorali potrà risultare utile. Ed è questo il motivo per cui mi auguro che Brindisi venga tenuta fuori da scaramucce di questo tipo”.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas