Brindisi apre le porte alla mostra “Caravaggio. L’urlo e la luce”

1.313 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 9 gennaio Print

Brindisi apre le porte alla mostra “Caravaggio. L’urlo e la luce”

Dal 12 gennaio 2013 la città di Brindisi ospiterà, nelle ampie sale dell’ex convento delle scuole Pie, la mostra didattica-itinerante dedicata la genio di Caravaggio.

 

La mostra “Caravaggio. L’urlo e la Luce” racconta il percorso creativo del pittore lombardo Michelangelo Merisi da Caravaggio(1571-1610) negli anni della svolta epocale – tra gli esordi romani e gli ultimi giorni napoletani, dal 1592circa al 1610 – attraverso la riproduzione a grandi dimensioni e ad alta definizione digitale di 31 opere,disposte in un percorso non cronologico, bensì tematico, dentro cinque ideali stanze.

L’esposizione – prodotta da Itaca, società editrice e di promozione culturale, e curata dal professor Roberto Filippetti, studioso d’arte e letteratura – è organizzata dalla Fondazione Opera Beato BartoloLongo in occasione del 9° Meeting della Cittadinanza Piena e Universale e gode del patrocinio della città di Brindisi.

La Fondazione organizzatrice dell’evento, impegnata nel settore della pastorale sociale e delle politiche sociali ha voluto avviare, attraverso questa mostra, un progetto che miri all’evangelizzazione attraverso le arti figurative.

Alla base di questa iniziativa vi è l’idea che la bellezza artistica autentica, in quanto manifestazione della verità, è intrinsecamente educativa e riabilitativa e può quindi costituire un efficace strumento di crescita culturale e spirituale oltre che di cura per persone di ogni età, a cominciare dai più piccoli e più fragili. Prima ancora che come evento culturale, l’iniziativa è quindi concepita come manifestazione didattico-educativa che vuole rivolgersi agli studenti del nostro territorio, e non solo.

Così come gli occhi di san Tommaso – epilogo della mostra – che incredulo infila il dito nel costato di Gesù, con la stessa chiarezza del tratto di Caravaggio la Fondazione Opera Beato Bartolo Longo nei suoi percorsi di educazione alla vita buona del Vangelo e nell’anno dedicato alla Fede – in occasione del 9° Meeting della Cittadinanza Piena e Universale dal titolo “Ri-costruzione a partire dal cuore e dalla mente” – ha voluto affiancare a momenti educativi e formativi un percorso artistico-culturale con la mostra “Caravaggio. L’Urlo e la Luce”, che ben esprime il desiderio e la ricerca d’infinito e di assoluto.

Emblematico è già il titolo – L’urlo e la luce – a sottolineare l’evoluzione del pensiero e della tecnica del Caravaggio, pittore della realtà “sporca e graffiata”, ma anche pittore della luce della Grazia.

Dopo la prima stanza, dal titolo “Le pitture etichae” (o comiche), si entra nella seconda, ’“L’urlo”: i quadri proposti mostrano fortissimi contrasti, sia nelle azioni (occhi sbarrati, teste mozzate) che nei colori (rossonero, bianco-nero, bianco-rosso, vita-morte). Nei dipinti delle altre tre stanze – “La Madre e il Bambino”, “Il Redentore”, “I testimoni” – entra invece, quasi con prepotenza, la luce: luce pittorica, assoluta novità del suo genio, e luce di Grazia, capace di risollevare l’uomo dal baratro disastrato della sua umanità.

Al centro della mostra, un vero spettacolo teatrale in tre atti: il trittico della cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi a Roma, protagonista san Matteo (Vocazione di san Matteo, San Matteo e l’angelo, Martiriodi san Matteo).

La mostra sarà inaugurata sabato 12 gennaio, alle ore 17.30 presso la sede espositiva. All’inaugurazione parteciperanno: Mimmo Consales (sindaco della città di Brindisi) e Don Franco Galiano (Direttore della Fondazione Opera Beato Bartolo Longo). Sarà l’Arch. Roberto Palasciano, docente di Storia dell’Arte nonché sindaco della città del libro Campi Salentina, a condurre una presentazione dell’intero percorso artistico di Caravaggio.

Seguirà la cerimonia inaugurale con visita guidata.

La mostra resterà aperta fino al 3 febbraio e osserverà i seguenti giorni e orari di apertura al pubblico tutti i giorni 9-12, 17-20. L’ingresso è gratuito.

Per tutta la durata della mostra è prevista la possibilità di prenotare visite guidate per scolaresche e gruppi. Il servizio di visite guidate è l’elemento qualificante della mostra, perché offre ai visitatori quegli spunti di informazione e riflessione che rendono la visita più arricchente e didatticamente proficua.

Per informazioni e prenotazioni delle visite: tel. 0831.843632, mail eventi@beatobartololongo.it.

All’interno della mostra sarà allestito un bookshop.

Altre informazioni sono reperibili sul sito ufficiale della mostra www.itacaeventi.it/caravaggio.

 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas