Ceglie Messapica:l’Amministrazione Comunale aggiorna il contributo di costruzione

528 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 8 gennaio Print

Il giorno 28 Dicembre 2012, in sede di Consiglio Comunale, è stato aggiornato il contributo commisurato all’incidenza degli oneri di urbanizzazione nonché del costo di costruzione. In merito a quanto suddetto, è importante per l’Amministrazione Comunale informare la cittadinanza su quanto deliberato.

Il  D.P.R. 380/2001 TU dell’edilizia norma quanto segue:

  • Salvo quanto disposto all’articolo 17, comma 3, il rilascio del permesso di costruire comporta la corresponsione di un contributo commisurato all’incidenza degli oneri di urbanizzazione nonché al costo di costruzione, secondo le modalità indicate nel presente articolo;
  • L’incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria è stabilita con deliberazione del consiglio comunale in base alle tabelle parametriche che la regione definisce per classi di comuni in relazione:

a) all’ampiezza ed all’andamento demografico dei comuni;

b) alle caratteristiche geografiche dei comuni;

c) alle destinazioni di zona previste negli strumenti urbanistici vigenti;

d) ai limiti e rapporti minimi inderogabili fissati in applicazione dall’articolo 41-quinquies, penultimo e ultimo comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150, e successive modifiche e integrazioni, nonché delle leggi regionali.

  • Ogni cinque anni i comuni provvedono ad aggiornare gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, in conformità alle relative disposizioni regionali, in relazione ai riscontri e prevedibili costi delle opere di urbanizzazione primaria, secondaria e generale.

 

Per tali motivi l’Amministrazione Comunale ha aggiornato il contributo di costruzione, come richiesto dalla legge.

Ciò che è indispensabile far presente alla cittadinanza è che, a differenza di quanto è stato deliberato nel 2007 in sede di Giunta Comunale, in cui si aggiornava in aumento del 50% quelli che erano gli attuali oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e il costo di costruzione, l’attuale Amministrazione, onde evitare errori, e per giusta individuazione del contributo di costruzione, ha aggiornato i parametri stabiliti nella prima delibera di Consiglio Comunale risalente al Marzo del 1979.

Attuando un corretto aggiornamento, il risultato è che, rispetto a quanto disposto nel 2007, il costo relativo agli oneri di urbanizzazione che il cittadino dovrà versare per il rilascio del permesso di costruire, in molti casi, è in diminuzione.

Inoltre, su proposta e ferma volontà dell’Assessore all’Urbanistica, si sta lavorando su nuove normative, come “Norme sull’abitare sostenibile” e il Programma Integrato di Rigenerazione Urbana, unici strumenti che daranno la possibilità di abbattere oltre che il contributo di costruzione, anche IMU e Tarsu oltre che riqualificare porzioni di paese degradati con risultati atti al miglioramento della condizione dell’abitare.

Per tali motivi, l’Amministrazione Comunale si sente in dovere di informare la cittadinanza che quanto deliberato è un obbligo di legge e che, grazie al lavoro attento dell’ufficio Pianificazione del Territorio,  i cittadini non dovranno pagare in aumento bensì in diminuzione, in molti casi, il costo di costruzione.

L’Amministrazione Comunale

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas