Campagna AIDAA-NO ai botti di capodanno

784 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 28 novembre Print

Campagna AIDAA-NO ai botti di capodanno

Ad oggi 1200 comuni Italiani hanno emesso ordinanze in cui sono
vietati totalmente o parzialmente i botti di Capodanno nella notte
di

San Silvestro, botti che provocano ogni anno la morte di 5000 animali

trai quali circa 500 cani ed altrettanti gatti , oltre a uccellini ed

animali del bosco che muoiono di crepacuore. Anche tra gli umani la

situazione non è migliore lo scorso anno infatti i botti (ed i

proiettili vaganti) hanno provocato un morto ed oltre un centinaio di

feriti.

La maggior parte dei comuni che ha adottato tale ordinanza si trova
nel

centro-nord Italia mentre la provincia più virtuosa al momento è
quella

di Bergamo dove sono moltissimi i comuni anti-botti.

Come tutti gli anni anche quest’anno l’Associazione Italiana Difesa

Animali ed Ambiente mette a disposizione una serie di servizi
gratuiti

per aiutare a prevenire i problemi legati ai botti di capodanno per i

nostri animali domestici, (con l’aggiunta quest’anno anche dei

cavalli).

Dal 22 dicembre e fino all’Epifania rimane attivo tutti i giorni
dalle

10 alle 20 “telefono anti botti di capodanno” di AIDAA, chiunque può

rivolgersi all’associazione per avere informazioni e suggerimenti

chiamando al 3478883546 oppure allo 02222228518, per la città di

Brindisi, potrete rivolgervi al 3471704189

In distribuzione gratuita online, potrete trovare un vademecum per

Micio e Fido , in modo tale da affrontare ogni situazione che
contiene

le regole per evitare lo stress dei botti di capodanno ai nostri
amici

a quattro zampe

Inoltre, una grande Vittoria è stata  la petizione online per
chiedere

la messa al bando totale dei botti di capodanno , la quale poteva

essere firmata online collegandosi all’indirizzo www.firmiamo.it/noaibottidicapodanno

ad oggi sono oltre 12,375 gli italiani che hanno sottoscritto la

petizione proposta da AIDAA superando abbondantemente l’obiettivo di

10.000 firme.

A PARTIRE DA DOPO NATALE PUBBLICHEREMO CON AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI L’

ELENCO DEI COMUNI CHE HANNO EMESSO LE ORDINANZE PER VIETARE I BOTTI
DI

CAPODANNO. E ALLO STESSO TEMPO CHIEDIAMO DI ESSERE INFORMATI SE IL

VOSTRO COMUNE DECIDE DI ADERIRE A QUESTA INIZIATIVA.

Website http://aidaa-animaliambiente.blogspot.it/

Consapevole della tradizione nostrana dell’uso e abuso dei botti
di
Capodanno a partire già da fine Ottobre, Quest’anno chiederò ai
brindisini di manifestare l’amore per gli amici animali,
preservando

altresì la salute pubblica , con un gesto di elevata considerazione

attraverso la  rinuncia ai Botti di Capodanno.

Un gesto di cognizione, per il quale potremo evitare di rovinare “la

festa a tutti “

Rispettare tutti gli abitanti di un territorio , umani e non, è il

primo passo verso l’empatia, e, ognuno di noi ha il dovere di darne

prova con delle piccole scelte quotidiane, azioni dirette o indirette

che evitino perlomeno di causare sofferenza.

Solo in questi termini potrà avvenire il tanto ambito cambiamento,

piccoli contributi dai quali dipenderà la Vita di milioni e milioni
di

animali.

Da Torino a Bari cieli sobri e salute pubblica e ambientale più

tutelata, grazie alle ordinanze anti-botti :

Divieto di vendita ambulante di qualsiasi tipo di fuoco pirotecnico

fino a dopo l’Epifania, divieto di sparo dalle ore 19,00 del 31

Dicembre fino alle ore 7 dell’8 Gennaio, multe da 25,00 a 500,00
euro,

e possibilità per le forze di polizia e comuni cittadini di

filmare/fotografare i trasgressori. Questi i punti salienti delle
oltre

1200 ordinanze anti-botti di capodanno.

Antonella Brunetti

Vice Presidente Nazionale AIDAA

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas