Francavilla, domani a teatro “La Bellezza come Cura”

705 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 27 novembre Print

Francavilla, domani a teatro “La Bellezza come Cura”

Domani, mercoledì 28 novembre presso il Teatro-Cinema Italia di Francavilla Fontana, si terrà l’incontro spettacolo “LA BELLEZZA COME CURA”

Lo spettacolo è realizzato dagli utenti delle comunità “Mons. A. Franco”, “L’Amicizia” e “Avvenire” e rappresenta un’occasione per dimostrare la straordinaria valenza riabilitativa del teatro e della musica che, con i loro linguaggi, riescono a trasformare il disagio in libertà espressiva e creatività e vedrà il coinvolgimento degli studenti delle scuole primarie e secondarie della Città di Francavilla Fontana.

La Fondazione Opera Beato Bartolo Longo – Ente morale Onlus, con il patrocinio della città di Francavilla Fontana, organizza l’incontro-spettacolo del gruppo artistico-teatrale e degli ospiti delle strutture gestite dalla menzionata Fondazione.

La manifestazione si pone in continuità con le tre edizioni del festival musico – teatrale “Canta e danza la vita” e come evento conclusivo del IX Meeting della Cittadinanza Piena ed Universale, svoltosi dal 20 al 26 ottobre 2012 presso il Castello Imperiali in linea con il progetto di sensibilizzazione attraverso le arti in genere avviatosi con la mostra “Caravaggio. L’urlo e la Luce” che i suoi studente hanno avuto modo si apprezzare.

Nello specifico lo spettacolo si dividerà in differenti momenti teatrali e musicali.

Ad aprire il sipario, la Comunità Educativa per Minori Avvenire che porterà in scena “Spot!”. Una storia di cambiamento, di riflessione, di giustizia in cui un ragazzo travolto dagli eventi e sull’orlo del baratro viene trascinato dai pericoli della strada e grazie ad una forte presa di coscienza riesce ad uscire dal buio e ritornare a vivere.

A seguire, il musical “Il sogno finirà. Nulla può distruggere la Forza della Vita”. Nato da una revisione del recital di don Matteo Zambuto “La Notte Finirà” edito da Paoline nel 1998, narra la storia di Alan, un uomo approdato per caso dal passato e proiettato nella città di Tèleios, luogo del futuro, dove non esistono più né sogni né sentimenti. In questo posto da incubo Alan riesce lentamente a tessere rapporti di amicizia e a instillare il seme di valori positivi.

Il musical vuole quindi essere un momento di riflessione sui condizionamenti che la società moderna impone alle nostre vite e alle nostre scelte. È un chiaro messaggio di speranza che annuncia la promessa di un mondo rinnovato, che recupera la propria intima vocazione di “dimora e giardino” voluta da Dio.

.Notizie , , ,

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas