Legambiente si costituisce parte civile nel processo contro Enel

350 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 23 novembre Print

Torna sotto i riflettori la centrale termoelettrica Brindisi Sud: Legambiente Puglia ha dato mandato all’Avv. Stefano Latini del Foro di Brindisi di costituirsi parte civile nel procedimento penale che si terrà il prossimo 12 dicembre c.a. presso il Tribunale di Brindisi contro 15 imputati. Fra questi ci sono proprio i responsabili e i dirigenti della centrale termoelettrica Brindisi/Sud, rei di aver reso inquinati, in particolare, i terreni posti a ridosso del nastro trasportatore. Fra i capi di imputazione anche la cattiva gestione del carbonile e del sistema di movimentazione del combustibile dal carbonile all’impianto. Legambiente ha presentato, per il tramite del predetto difensore, richiesta al pubblico ministero procedente Dott. Giuseppe De Nozza, di autorizzazione di accesso agli atti del procedimento, sulla base dello studio dei quali poter sviluppare l’atto difensivo più idoneo alla costituzione di parte civile.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas