“Natale nella mia città”. Confesercenti annulla la manifestazione per disinteresse dell’amministrazione

773 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 15 novembre Print

“Natale nella mia città”. Confesercenti annulla la manifestazione per disinteresse dell’amministrazione

L’evento “Natale nella mia città” è annullata, o per meglio dire, non è mai iniziata. Lo annuncia – con una nota stampa – il presidente della Confesercenti di Francavilla Fontana, Oronzo Incalza, che accusa l’amministrazione di totale disinteresse verso il proprio territorio.

Progetto alla mano, Incalza ha incontrato il Sindaco Vincenzo della Corte presentando un programma ricco di manifestazioni, intrattenimenti e festeggiamenti per le festività natalizie e la notte di Capodanno, coinvolgendo le associazioni di categoria presenti sul territorio, le scuole e gli anziani. Prevedendo con quest’ultimi una raccolta doni da distribuire il giorno di Natale.  «Abbiamo chiesto la collaborazione dell’Amministrazione – ha dichiarato il presidente di Confesercenti – senza pretendere un contributo economico ma, volendo condividere con la stessa i meriti di una così importante manifestazione per la città.»

Ben diverso è stato l’epilogo di questo primo incontro a cui non è seguito un impegno reale dell’amministrazione francavillese, facendo sfumare l’iniziativa e provocando le ire degli organizzatori.

«Probabilmente vittima di pressioni e allo stesso tempo senza spina dorsale, l’amministrazione non ha autorizzato l’iniziativa  – spiega Incalza su una pagina Facebook – noi non avevamo alcun interesse privato, se non quello di dare vitalità e atmosfera la periodo natalizio nella nostra amata (forse solo da noi) Francavilla.»

Una decisione, quella di cancellare la manifestazione, scaturita dall’incontro con l’assessore Giovanni Di Punzio, il quale – a detta del presidente Oronzo Incalza –  avrebbe chiesto il pagamento della tassa per l’occupazione del suolo per poter utilizzare gli spazi pubblici necessari allo svolgimento della manifestazione e di farsi carico dell’allestimento delle strade interessate.

“Questo comportamento dell’amministrazione comunale – scrive il presidente Incalza – così come già riferito all’assessore Di Punzio, ci mortifica e ci induce ad abbandonare l’iniziativa, anche se coscienti di fare cosa gradita a più di qualcuno, che avrebbe portato lustro a Francavilla e alla propria amministrazione. Per non contare i per gli operatori commerciali del territorio che oggi vivono grosse difficoltà economiche e finanziarie».

Incalza punta il dito contro gli amministratori accusandoli di aver favorito altre iniziative alla sua, facendo un chiaro riferimento a quella che sarà inaugurata nelle prossime settimane presso i padiglioni dell’Ente Fiera. «Ci siamo illusi che con questa iniziativa avremmo trattenuto nella nostra città i tanti cittadini che hanno preso l’abitudine di spostarsi presso i magazzini della grande distribuzione presenti nei comuni limitrofi quali Mesagne, Brindisi, Taranto e così via – conclude Incalza –  purtroppo, mi dispiace dirlo ma devo dare ragione a chi dice che questo è il governo che abbiamo voluto e questo è il governo che ci meritiamo.».

Si attende la risposta dell’Amministrazione comunale alle pungenti accuse di Incalza.

.Notizie , , ,

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas