Riordino province, Curto( Fli) i parlamentari interroghino Patroni Griffi. No a una Puglia a due velocità

367 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 6 novembre Print

Riordino province, Curto( Fli)  i parlamentari interroghino Patroni Griffi. No a una Puglia a due velocità

Non so se i deputati e i senatori eletti nella provincia di  Brindisi hanno avuto modo di prendere visione della lettera con la quale il  Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, ha sollecitato i sindaci di Carovigno, Francavilla Fontana, Latiano, San Michele Salentino, San Vito dei Normanni e San Pietro Vernotico  ( se interessati ad aggregarsi alla Provincia di Lecce) ad adottare urgentemente la prescritta delibera consiliare, avendo egli ricevuto ampie rassicurazioni al riguardo da parte del Ministro Patroni Griffi. In tal caso (in caso contrario l’invito è a prenderne tempestivamente visione!) mi aspetto da loro non solo una ferma critica ad un atteggiamento (quello di Gabellone ) non solo irrituale e irrispettoso del principio di autodeterminazione della nostra comunità, ma anche la presentazione  allo stesso Ministro di una  interrogazione urgente finalizzata a conoscere i motivi per i quali            (almeno stano a quanto afferma Gabellone)  non vi sarebbe alcuna possibilità di realizzare una unica provincia tra Brindisi, Taranto e Lecce.

 

Una tesi, questa, che non trova giustificazione alcuna, se non quella d’impedire la realizzazione di un grande soggetto geografico, territoriale, economico e politico, capace di interloquire alla pari  con la maxiprovincia che deriverebbe dall’accorpamento della provincia di Foggia con la Bat, e, soprattutto, con la Città Metropolitana di Bari su cui, come è noto, confluiranno risorse  finanziarie e investimenti infrastrutturali notevolissimi, oltre ad ampi margini di autonomia organizzativa e funzionale.

 

La conseguenza, è bene dirlo!, sarà l’ampliamento della forbice già esistente in termini di sviluppo e occupazione tra l’area  nord barese e foggiana e l’area ionico-salentina.

 

Una regione, quindi, a due velocità:  Freccia Rossa più Ntv Italo per loro, Freccia nera per noi.

 

Una precisa, cinica e scientifica scelta politica che va contrastata in tutte le sedi, ad iniziare dalle aule del  Parlamento nazionale.

 

 

Brindisi, 6 novembre 2012

 

Euprepio Curto

Consigliere regionale Futuro e Libertà

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Maurizio Matulli – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas