Il Parco Regionale delle Dune Costiere come modello di riferimento per il nascente parco della Sardegna: “Rio Posada – Tepilora”

704 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 19 ottobre Print

Il Parco Regionale delle Dune Costiere come modello di  riferimento per il nascente parco della Sardegna: “Rio Posada – Tepilora”

In vista della costituzione del parco fluviale Rio Posada- Tepilora che ricade nei comuni di sardi di Bitti, Lodè, Torpè e Posada, domani sabato 20 ottobre si terrà, a Posada, il workshop “Parco si nasce o si diventa?”,organizzato dagli stessi comuni in collaborazione con Vivitalia, con l’obiettivo di creare un dibattito tra i massimi esperti del settore, istituzioni, addetti ai lavori e attori locali, partendo dalle esperienze positive di altri parchi. La giornata è infatti la prima di una serie di incontri di partecipazione pubblica, dedicata alle “Buone pratiche nei parchi italiani” a cui sono stati invitati i responsabili di alcune tra le più importanti aree protette italiane, che racconteranno le buone pratiche di gestione e la sinergia che sono riusciti a creare tra con il territorio circostante. “L’obiettivo di questo incontro-dibattito – ha detto il Presidente di Vivilitalia, Sebastiano Venneri – è discutere l’importanza del parco per lo sviluppo del territorio. Le pratiche di gestione di aree protette che abbiamo selezionato sono quelle più utili da raccontare in questo contesto”.

Interverranno a illustrare tutto l’iter e il funzionamento del Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo: il dott. Gianfranco Ciola che si soffermerà su: “Una realtà intelligente di recupero di produzioni tipiche e commercializzazione”; Luca Natale del Parco Nazionale delle Cinque Terre (un percorso dalla marginalità al turismo d’eccellenza); Cesare Veronico, Parco Nazionale dell’Alta Murgia (una start-up che possa essere d’esempio per l’istituendo Parco di Posada); Patrizio Scarpellini, Parco Regionale di Monte Marcello Magra (un parco sviluppato su un’area fluviale) e Marco Katzemberger, Parco Naturale Adamello Brenta (una buona pratica di imprenditoria alberghiera che si sviluppa attorno all’area protetta).

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas