Socialismo italiano: 120 anni ben portati

391 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 5 ottobre Print

Seconda ed ultima giornata per il convegno che celebra il centoventesimo anniversario del socialismo italiano. Dopo l’incontro con le scuole di Ostuni che si è svolto questa mattina presso l’Istituto Monnet e dopo la sessione pomeridiana dedicata alla figura di Giuseppe Di Vagno, il convegno entra nel vivo con un nutrito programma di incontri e confronti.

Socialismo italiano: 120 anni ben portati”. E’ il titolo della manifestazione organizzata dalla Fondazione Giuseppe di Vagno e dal Comune di Ostuni.

Quest’incontro, quest’evento, questo convegno” spiega il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella “serve proprio per dimostrare che servono altrettanti anni di socialismo per poter dare un contributo forte, significativo per interpretare i mutamenti e il rinnovamento che serve alla società. Di solito la politica insegue sempre i mutamenti della società reale arrivando in ritardo. Io devo dire, per quello che ho constatato nel corso della mia lunga esperienza, che i movimenti socialisti hanno avuto sempre questa grande capacità di anticipare i tempi e di interpretare le esigenze di cambiamento in grande anticipo e ne abbiamo esempi sempre quotidianamente”.

Domani sabato 6 otto alle 10,30 presso la biblioteca comunale è previsto il saluto di Onofrio Introna, presidente Consiglio Regionale di Puglia. A seguire la proiezione del documentario “Il socilalismo di Puglia fra ieri e domani” a cura di Cristiano Boccuzzi e la relazione su “L’europeismo nel socialismo italiano: storia di un’idea” a cura di Giuseppe Abbracciamento della Fondazione Basso – Roma.

La sessione mattutina si concluderà con una tavola rotonda coordinata dal giornalista Luigi Quaranta sul tema “Il partito socialista nella storia nazionale: l’emancipazione delle donne ed il protagonismo dei giovani”. Parteciperanno l’On. Pia Locatelli (presidente onorario della Internazionale socialista donne) e Riccardo Nencini (segretario nazionale del Partito socialista Italiano).

Sabato pomeriggio alle 16,30 sempre presso la Biblioteca Comunale si parlerà di “Riformismo e cultura di governo nell’esperienza socialista del centrosinistra” con l’introduzione di Sabino De Nigris e la relazione di Nicola Colonna, Docente presso l’università degli studi di Bari.

A seguire la relazione di Gennaro Acquaviva (Presidente della Fondazione socialismo) su “I socialisti dopo il 1992/94”. Il convegno si concluderà con tavola rotonda sul tema “Socialismo e Comunismo: storie diverse, radici comuni. Due parole fuori corso?”. A confronto l’on. Emanuele Macaluso ed il prof. Aldo Schiavone (Istituto scienze umane – Firenze), modera Silvio Suppa (docente presso l’Università degli Studi di Bari).

Tutti potrebbero pensare che abbiamo scelto Ostuni per perché c’è un sindaco socialista e di antica e coerente tradizione socialista” spiega il presidente Mastroleo “invece non è così. Il Comune di Ostuni, infatti, come molti comuni ed enti locali della Puglia, ha deliberato di assumere la qualifica di socio ordinario pubblico della Fondazione e questo era un riconoscimento doveroso ad una città con questa grande tradizione e con questa grandissima storia. Poi c’è un ragione molto più intima e che forse pochi conoscono. L’avv. Francesco Tamburrini, che è stato sindaco di Ostuni e un grandissimo penalista, era legato da amicizia personale a Giuseppe Di Vagno ed è stato l’avvocato di parte civile della famiglia Di Vagno nel primo processo che si è celebrato tra il 1921 e il 1923. Tamburrini scrisse delle memorie che restano delle pietre miliari del processo e quindi anche per questa ragione abbiamo scelto Ostuni”. 

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas