Brindisi Bene Comune: ”Subito una soluzione per il dormitorio degli immigrati.”

519 Visualizzazioni dal 1 Gennaio 2013

inserito da il 6 settembre Print

Brindisi Bene Comune: ”Subito una soluzione per il dormitorio degli immigrati.”

Brindisi Bene Comune non ha mai sollevato pubblicamente, né in campagna elettorale né negli ultimi mesi, la questione del dormitorio di via provinciale s. vito perché riteneva e ritiene che su tale argomento che riguarda la vita delle persone non si possa fare propaganda. Abbiamo sempre pensato che denunciare la non agibilità dell’edificio e la necessità dello sgombero senza aver costruito la soluzione al problema, individuando una o più sedi adeguate, fosse un’operazione irresponsabile e inopportuna.

Purtroppo il Sindaco Consales già in campagna elettorale con una inopportuna conferenza stampa dinanzi al dormitorio  “costrinse” il commissario Pezzuto all’emanazione di un’ordinanza di sgombero che fortunatamente, anche per  richiesta di tutti gli allora candidati a sindaco, non fu realizzata. In quell’incontro con Pezzuto ci accordammo anche che chiunque fosse stato il nuovo Sindaco avrebbe lavorato per una soluzione del problema.

Registriamo oggi a molti mesi di distanza che tale soluzione non c’è. Invece continuano le esternazioni del Sindaco sulla situazione del dormitorio. Affermare che “probabilmente lì dentro si consumano  reati di ogni tipo ” o chiedere alle forze dell’ordine di entrare nel dormitorio per verificare se vi siano clandestini ci sembrano atteggiamenti  propri di una cultura leghista e xenofoba che nulla a che fare con la solidarietà e l’accoglienza.

Invochiamo anche qui a Brindisi il reato di clandestinità?

Se il Sindaco ha certezza di reati consumati nel dormitorio faccia denunce circostanziate.

Noi non siamo disponibili a legittimare culture che individuano nel povero e nel diverso un delinquente da controllare.

Pensiamo invece che sia ora di adoperarsi per trovare una soluzione al problema.

Brindisi Bene Comune chiede  ufficialmente al Sindaco Consales e all’Assessore Rollo di mettere al centro dell’agenda di governo le politiche sociali.

Tante sono infatti le emergenze che ci aspettano  da quella del dormitorio degli immigrati, alla possibile chiusura del Centro di Aggregazione del Paradiso per il quale sembra non vi siano fondi comunali, all’assistenza agli anziani e ai disabili, al sostegno alla mensa della Caritas che oggi assiste con 300 pasti al giorno tanti uomini e donne in difficoltà.

In questa fase di crisi durissima occorre più che mai destinare risorse per chi è in difficoltà.

.Notizie

Seguici anche su
Segui telebrindisiweb su TwitterSegui telebrindisiweb su Facebook

.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brindisi R.S. n°2/2012 del 17/02/2012 – Direttore Responsabile Cristina Giorgino Cavallo – contatti: redazione@telebrindisi.tv – tel. +39 3290615650 – Editore Multimedia Communication sas